Napoli piange Luigi Necco: addio allo storico giornalista volto di 90° Minuto

ARTICOLI CORRELATI
  • 51669
Lutto nel mondo del giornalismo: è morto a Napoli il giornalista Luigi Necco, 83 anni, storico volto della Rai, popolare protagonista della trasmissione tv 90° Minuto negli anni degli scudetti del Napoli di Maradona. Era ricoverato dallo scorso 17 febbraio all'ospedale Cardarelli per problemi respiratori e qui la salma sarà esposta al pubblico nella camera ardente allestita nella cappella del padiglione monumentale dell'ospedale. I funerali si terranno domani alle 12 nella chiesa di San Giovanni dei Fiorentini, in piazza degli Artisti a Napoli. 
 
 

Giornalista dai molteplici interessi, nonostante i problemi fisici, e l'età avanzata, Necco è stato attivo nella professione fino all'ultimo. Poco prima di Natale uno dei suoi ultimi «pezzi», con un'intervista a Renzo Arbore in occasione della mostra allestita dallo showman a Palazzo Reale di Napoli. Ed è stata questa una delle sue ultime apparizioni in pubblico. A inizio anno i problemi di salute e il ricovero al Cardarelli fino all'aggravarsi della situazione negli ultimi giorni che ha portato al decesso.

Impegnato per qualche tempo anche in politica (fu consigliere comunale), Necco rimase ferito in agguato in Irpinia a opera di un sedicente tifoso dell'Avellino nei tempi in cui in serie A seguiva anche i bianconverdi. Ha diretto l'Ente provinciale per il turismo e, negli ultimi anni, curava una trasmissione dal titolo «L'emigrante» sull'emittente Canale 9.
 
 

«Con Necco muore un maestro del giornalismo napoletano. Indimenticabile, nei miei anni di gioventù, la sua inconfondibile voce a 90’ Minuto, sempre puntuale e pungente. Giornalista d'inchiesta e capace di approfondimenti originali, sempre da pungolo per tutti. Con lui ho avuto un rapporto autentico, di stima e di affetto reciproci, gli ho sempre voluto bene anche quando capitava che non ne condividevo le analisi sulla città». Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. «Se ne va un pezzo storico del giornalismo di Napoli - sottolinea - Un forte abbraccio personale alla famiglia ed al mondo dei giornalisti ai quali anche Necco, da pensatore libero, non risparmiava critiche. Ci resterà il ricordo della sua arguzia, della sua ironia e della sua straordinaria competenza sportiva e archeologica. L'amministrazione comunale, a mio nome, esprime profondo cordoglio per la scomparsa di un napoletano vero, autentico, legato alla nostra terra da un profondo amore».
 

«Profondo cordoglio per la scomparsa di Necco» anche da parte del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che in una nota celebra «il maestro di giornalismo e interprete dell'impegno civile per il Sud attraverso la sua grande cultura, la sua grande umanità, in simbiosi con Napoli e i napoletani». «Ne ricordiamo - chiosa il governatore - l'intelligenza e l'ironia, la capacità di interpretare i sentimenti più autentici dei tifosi e dei cittadini, sempre con garbo, leggerezza e passione civile».

«Un saluto sincero e affettuoso a Lugi Necco», scrive invece sulla sua pagina Facebook il parlamentare cinque stelle Roberto Fico. «Grandissimo professionista, super tifoso del Napoli - dice - e attento lettore delle dinamiche della società moderna a partire dalla sua città, Napoli, che non ha mai abbandonato». «Con lui - conclude - se ne va un modo profondo e cortese di fare giornalismo».

«Con Necco se ne va uno dei protagonisti di una stagione felice del giornalismo televisivo napoletano». Così Clemente Mastella, sindaco di Benevento, tra i primi a rendere omaggio alla salma del popolare giornalista nella camera ardente. «Ricordo - ha detto Mastella - gli anni trascorsi assieme alla Rai, con lui c'è sempre stato un rapporto familiare che si è mantenuto nel tempo, anche in questi ultimi anni quando ci ritrovavamo in tv a parlare di calcio, del Napoli e del Benevento. In particolare conservo la memoria di una spedizione in Medio Oriente in occasione della prima Guerra del Golfo e il suo grande amore per Pompei. Se ne va un grande giornalista».



Un messaggio di cordoglio, via Twitter, è arrivato anche dal Napoli: «Il presidente Aurelio De Laurentiis e tutta la SSC Napoli esprimono profondo cordoglio per la morte del giornalista Luigi Necco: ha raccontato la nostra storia - fino a diventarne parte - sempre con passione e stile inconfondibili».
Martedì 13 Marzo 2018, 07:13 - Ultimo aggiornamento: 13-03-2018 16:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP