Kevin Spacey cacciato da Ridley Scott sul set, addio sogni di Oscar. Ex giornalista: «Molestò mio figlio 18enne»

Kevin Spacey cacciato dal set di Paul Getty
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 68
Kevin Spacey è stato cacciato dal set di «Tutto il denaro del mondo», il film che stava girando sotto la regia di Ridley Scott e la cui uscita è prevista il 22 dicembre. Si tratta dell'addio ai sogni di Oscar visto che la pellicola è tra le più attese della stagione.

IL WEEKEND IN ITALIA CON 11 UOMINI ----> LEGGI



Spacey - rivela Hollywood Reporter - sarà sostituito da Cristopher Plummer nel ruolo di Paul Getty. La pellicola racconta la storia del rapimento del miliardario americano nel 1973. Saranno girate nuovamente tutte le scene in cui finora compariva Spacey, in accordo con cast e troupe. La decisione - si spiega - è stata presa in accordo tra la Scott Free Production, che fa capo al regista Ridley Scott, e la Imperative Entertainment, le due società che stanno producendo il film per la Sony Pictures. Pieno sostegno anche da quest'ultima. Cancellato il volto di Spacey anche da tutte le iniziative e i prodotti di marketing per promuovere la pellicola. Il problema sarà ora rispettare la scadenza, visto che mancano solo sei settimane alla prevista uscita del film.



Ancora un'accusa contro Kevin Spacey. Arriva da un'ex conduttrice televisiva di Boston, Heather Unruh, che sostiene che l'attore di House of Cards ha aggredito sessualmente il figlio adolescente mentre si trovava in un ristorante a Nantucket. Spacey - secondo l'accusa - avrebbe toccato le parti intime del ragazzo, che all'epoca aveva 18 anni, mentre i due erano al ristorante Club Car nel luglio 2016. Il giovane - racconta la conduttrice ai giornalisti - sarebbe riuscito a scappare via, dopo essere stato lasciato andare finalmente in bagno. La Unruh ha detto che suo figlio non ha reso pubblico l'accaduto a quel tempo perché era molto imbarazzato ma la scorsa settimana ha presentato una denuncia alla polizia che sta investigando. Gli agenti hanno dichiarato di non poter dare conferma perché le denunce di aggressioni sessuali sono riservate.













 
Giovedì 9 Novembre 2017, 06:45 - Ultimo aggiornamento: 09-11-2017 13:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP