Il rap è donna: successo sul web per la salernitana Pupetta

regina dell'hip hop
di Luca Visconti

Sta facendo incetta di click il video "Overdose" di Pupetta, al secolo Priscilla Sammartino.
Dopo la collaborazione con l’etichetta romana QuBa Records, che ha portato alla pubblicazione dell’album “Malament” (2016), Bonnie Pupetta ha scelto di proseguire da indipendente il proprio percorso musicale sperimentando nuove sonorità, flow e tematiche. 

“Overdose” è un album introspettivo ed emancipato, dove il titolo rappresenta a pieno il sovradosaggio di emozioni che l’artista ha saputo raccogliere ed esprimere all’interno delle 11 tracce, prive di featuring, che lo compongono. Le produzioni sono state affidate in prevalenza a Mista Bobo ad eccezione dei brani “Statue di creta” e “Segni” firmate da DMS.

E' stato registrato presso il Different Labdove Fabio Musta ne ha curato mix e master.
L’artwork del disco, sui toni del viola, raffigura una bambola voodoo con delle siringhe. Al loro interno, una dose di onde sonore a rappresentare la “malìa”, un’influenza negativa che in questo caso si trasforma in ispirazione positiva.
Priscilla Sammartino,in arte ''Pupetta'', nata e cresciuta in un quartiere della zona orientale di Salerno, è da sempre vicina al rap e alla cultura hip hop e allo stesso tempo aperta a tutti i generi musicali, tanto da studiare canto al Conservatorio di musica di Salerno.

Alcuni avvenimenti negativi, accompagnati da una inevitabile e forzata crescita precoce, saranno decisivi per iniziare a scrivere brevi frasi in rima limitate inizialmente ad un semplice sfogo personale.
Solo nel 2013, grazie ad un amico che crederà nelle sue capacità e la spingerà a provare a riempire un beat con i suoi pensieri ed i suoi sfoghi, registrerà il suo primo singolo scoprendo così la sua vera strada.
Martedì 7 Agosto 2018, 16:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP