Pd, Renzi: ok alla coalizione, il premier si decide dopo

ARTICOLI CORRELATI
di Marco Conti

2
  • 11
«Fuori dal Pd non c’è la rivoluzione socialista ma il ritorno di Berlusconi o l’avvento di Grillo». L’editoriale pubblicato sull’edizione online di Democratica mette in fila le paure che circolano al Nazareno dopo la bruciante sconfitta siciliana. Il timore di non essere percepiti come competitivi in una sfida a tre - che il “voto utile” trasforma in una battaglia a due - spinge Matteo Renzi ad aprire di nuovo alla coalizione «senza veti ma senza perdere nemmeno un minuto»....
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 6 Novembre 2017, 23:50 - Ultimo aggiornamento: 7 Novembre, 10:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-07 13:16:08
Cos'è la destra cos'è la sinistra ,cantava Gaber. Se gli "italiani" sperano nella destra in chissà che che cosa,beh,si rassegnassero..ricordo che la politica è fatta ,in primis,di meri messaggi...la storia insegna!in relazione poi alle elezioni siciliane,domanda:i circa 100 miliardi non spese,adesso verranno spesi?
2017-11-07 11:55:47
Finalmente hanno fatto fuori Renzi; abbiamo risolti tutti problemi del Paese , peccato che ora inizia l'Antiberlusconismo che ci terrà compagnia per altri 10 anni.

QUICKMAP