Martuscelli, lettera al ministro Fedeli di Tutti a scuola: «Assente senza preavviso»

A sinistra Toni Nocchetti, presidente di Tutti a scuola, a destra l'entrata dell'Istituto Martuscelli
di Gennaro Morra

Toni Nocchetti, presidente dell’associazione Tutti a scuola, ieri ha pubblicato un video sul suo profilo Facebook, in cui legge una lettera indirizzata al ministro dell’Istruzione, Valeria Fedeli. «Volevo ricordarle che lei oggi, giovedì 11 gennaio, ci aveva comunicato che sarebbe venuta in visita all’Istituto Martuscelli di Napoli – esordisce –. Forse lei avrà già dimenticato, impegnata nell’imminente, prossima tornata elettorale, che sarebbe già dovuta venire a Napoli a ottobre, perché ad agosto avevamo concordato, con lei e il suo cerimoniale, orari e tempi della visita».
 
Dunque, un appuntamento già disatteso due volte da parte del ministro. Un incontro che l’associazione Tutti a scuola, che si batte per la difesa delle persone disabili, soprattutto bambini e ragazzi, ha reclamato più volte per sollecitare una soluzione alla grave crisi in cui l’Istituto Martuscelli versa da oltre tre anni. «Noi vigileremo affinché il Martuscelli non rimanga nel pantano nel quale è stato scaraventato dall’abbraccio mortale tra la cattiva politica e l’associazionismo incapace», prosegue la lettera. Poi Nocchetti nella sua missiva racconta le attività svolte negli ultimi mesi presso l’istituto dall’associazione che guida, insieme ad altre realtà del terzo settore. Rivendica gli spazi recuperati, in primis il giardino, e utilizzati per creare momenti di aggregazione per i ragazzi disabili e i loro familiari e amici.
 
«In questi cinque mesi abbiamo, con cura e passione, seminato dolcezza e solidarietà, evidentemente estranee a chi, precisamente il commissario pro tempore, ha ritenuto opportuno lasciarci al freddo e alla pioggia nei mesi invernali», scrive ancora Nocchetti, polemizzando con Andrea Torino, incaricato di far uscire l’istituto dalla grave crisi finanziaria che l’ha portato sull’orlo del fallimento. Ma il professionista tiene a sottolineare che le associazioni sono andate via dagli spazi esterni del Martuscelli solo per motivi meteorologici, non avendo nessuna intenzione di abbandonarlo.
 
Infine, nella sua lettera il presidente di Tutti a Scuola, che nei giorni scorsi ha annunciato la sua disponibilità a candidarsi alle elezioni del prossimo 4 marzo, torna a rimarcare il fatto che la Fedeli abbia disertato l’appuntamento: «Oggi, 11 gennaio, il ministro dell’Istruzione sarebbe dovuto essere qui e non c’è, senza alcun preavviso o comunicazione». E conclude: «Quello che vorrei fosse chiaro a tutti è che al Martuscelli l’unico interesse che andrebbe tutelato è quello dei disabili, di tutti i disabili, non quello dei mercanti del tempio camuffati in vario modo. Vorrei rassicurare tutti: noi ci saremo a vigilare, anche dopo il 4 marzo».
Venerdì 12 Gennaio 2018, 09:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP