Spacciava mentre era agli arresti domiciliari: 46enne finisce in carcere

tribunale
CASERTA - Era ai domiciliari ma aveva trasformato casa sua in una centrale di spaccio. E i finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia di Mondragone hanno eseguito l'ordinanza con cui il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della Procura, è finito in carcere C.F., soggetto di anni 46 che era stato già colpito da un proveddimento restrittivo nel mese di settembre quando era stato trovato con 1,6 Kg. di hashish e 5,5 gr. di cocaina, già preparati in dosi, pronte per essere cedute sulla piazza di Castel Volturno. I militari della compagnia di Mondragone, monitorando il luogo di detenzione, hanno intercettato e ascoltato tre acquirenti, i quali rendevano dichiarazioni precise e concordanti idonee ad individuare nell'indagato il loro fornitore abituale. Contestualmente veniva effettuata una perquisizione domiciliare, nel corso della quale venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro ulteriori grammi 6,5 di hashish. L'uomo è stato trasferito nel carcere di San Tammaro.
Mercoledì 29 Novembre 2017, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 29-11-2017 12:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP