Stadio San Paolo, l'intesa col Comune è più vicina: sopralluogo top secret di De Laurentiis

ARTICOLI CORRELATI
di Luigi Roano

2
  • 113
Più o meno sette giorni fa - in gran segreto - è andato a fare un sopralluogo di persona e questa volta il patron Aurelio De Laurentiis è rimasto abbastanza soddisfatto: ha visto gru, cantieri - operai al lavoro e alle prese con il nuovo impianto elettrico - che non intralciano comunque la stagione agonistica degli azzurri. Tanto da alimentare qualcosa che va oltre la speranza - dalle parti del Comune - che questa volta la convenzione per la gestione dell’impianto di Fuorigrotta veramente può concretizzarsi con una firma a breve. Oggi al tavolo tecnico per le Universiadi che si terrà intorno alle 12 negli uffici del commissario Gianluca Basile, siederanno tutti gli altri protagonisti della kermesse del 2019 a iniziare da quelli che stanno curando il San Paolo: appunto De Laurentiis e il Comune. È atteso il patron e per il Comune generalmente partecipano l’assessore Ciro Borriello e il capo di gabinetto Attilio Auricchio. Un appuntamento di routine ma che potrebbe assumere i contorni di qualcosa di più intrigante. 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 18 Novembre 2018, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 12:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-11-19 10:38:13
bravo Borriello ciro bravo.ti ricordo che il collana cade a pazzi.de luca ha portato le universiadi a fisciano ok.ma dopo.sul quel campo ci andranno 4 gatti.che tristezza,spero che il napoli vada in serie c.cosi non rompe piu
2018-11-18 23:07:07
tutti soldi spesi per il nulla, questo stadio non sarà mai un posto in cui assistere ad una partita di calcio ci vorranno sempre i cannocchiali per distinguere i calciatori, i nuovi stadi sono concepiti senza pista di atletica che a napoli si userà solo per le universiadi dopo sarà solo un autostrada che dividerà i tifosi dai calciatori.

QUICKMAP