«Catturate le stelle di neutroni
con le onde gravitazionali» | Diretta
E Lovely Rita ha il cuore d'oro​

Nascita delle stelle di neutroni
ARTICOLI CORRELATI
di Chiara Graziani

0
  • 147
Se possono esistere due sacri Graal, la fisica ha trovato il suo secondo dopo le onde gravitazionali previste da Einstein. Gi interferometri Virgo, dall'Italia, e Ligo, dagli Stati Uniti il 17 agosto alle 14, 41 hanno individuato la fusione di due stelle di neutroni e hanno indirizzato 70 osservatori a Terra e nello spazio, verso la giusta casella del cosmo, a 130 milioni d anni luce di distanza dal sistema solare. Per la prima volta nella storia l'uomo ha visto un  cataclisma cosmico fino a ieri solo previsto dalla fisica teorica: evento  che ha "partorito" una stellina, denunciata da un lampo di raggi gamma, visibile dunque agli strumenti tradizionali di avvistamento ed analisi. Un'opportunità che i buchi neri, già rilevati, non danno.
 
 

Un clamoroso risultato della nuova astrofisica multimessanger, con i rilevatori di onde gravitazionali a caccia di eventi inediti o solo previsti da indicare agli osservatori tradizionali. Una rivoluzione. Un esempio. Il telescopio Hubble, l'European very large telescope ed il Geminy observatoryhanno rilevato materiali appena prodotti: oro e platino. Il Mattino anticipò in parte la notizia. Alla stellina - venti chilometri di diametro per una massa mostruosamente compatta  dove la materia si rimodella - fu dato il nome di affezione (che ufficialmente sarà, invece e per sempre GW170817) di Lovely Rita. Lovely Rita, verrebbe da dire, ha il cuore d'oro. È il primo regalo della fisica multimessanger.
 


 
Il Mattino segue l'evento dal dipartimento di Fisica della Federico II, dove i ricercatori napoletani, coordinati da Fabio Garufi, da tre decenni lavorano con l'Infn di Napoli, diretto da Giovanni La Rana. Anche per sottolineare quanto il gruppo napoletano dalla fondazione ad oggi, abba contribuito con intelligenze e tecnologia di frontiera all'esperimento Virgo.

Il link per seguire la diretta: http:www.miur.gov.it

L'annuncio, in contemporanea fra Washington, Roma (ministero della ricerca) e Cascina (sede dell'interferometro Virgo) ha detto Laura Cadonati vice portavoce della collaborazione Ligo «riguarda un evento astrofisico che sarà ricordato fra i più studiati della storia».

L'orologio del nonno.
Il responsabile di Ligo, Dave Reitze, in diretta da Washington ha mostrato ai giornalisti l'orologio d'oro del suo nonno.  "L'orologio d'oro della mia famiglia, è stato prodotto da stelle di neutroni duecento milioni di anni fa" . La maniera più diretta di spiegare che l'uomo ha trovato il crogiolo dove , come nei miti più antichi, la materia diventa oro (olre ad una serie di altri metalli). Lovely Rita ha il cuore d'oro.

Come è stato rilevato l'oro
Secondo la ricercatrice italiana Marica Branchesi, intervenuta da Washington,
oro e platino si sono formati fra un millisecondo prima della fusione delle stelle a qualche secondo dopo. Al terzo giorno di osservazione della stellina, lo spettro della luce ha rivelato la presenza di oro e platino.





 
Lunedì 16 Ottobre 2017, 16:01 - Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre, 22:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP