Paziente stuprata in clinica ad Agropoli:
arrestato il bruto, è un operatore sanitario

di Carmela Santi

  • 114
E' finito in carcere l’operatore socio sanitario di 57 anni accusato di avere violentato una paziente mentre era ricoverata nella clinica Manzoni di Agropoli. L’uomo da ieri mattina è rinchiuso nel carcere di Vallo della Lucania. Ad arrestarlo i carabinieri di Agropoli su disposizione della procura della Repubblica di Vallo della Lucania. L’indagine è partita a seguito della denuncia presentata da una donna di nazionalità straniera, Lenuta T. di 55 anni residente a Castellabate. 
Agli inizi del mese di luglio la donna si presentò al pronto soccorso dell’ospedale di Agropoli dove denunciò di essere stata violentata nella clinica privata di Agropoli. La 55enne fu subito trasferita in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale San Luca di Vallo dove le furono accertate lesioni nelle parti intime e dunque la violenza sessuale. La vittima era stata ricoverata per qualche giorni nella struttura di Agropoli per delle analisi. Fu subito notata ed assistita dall’operatore socio-sanitario. L’uomo si mostrò gentile ed disponibile, facendole continuamente apprezzamenti. Le diceva che era una bella donna, la riempiva di complimenti poi si è trasformato in un mostro. Nella denuncia presentata ai carabinieri la ricostruzione minuziosa della violenza subita. 
Giovedì 9 Agosto 2018, 06:40 - Ultimo aggiornamento: 09-08-2018 07:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP