Appello dei commercianti
«Liberate il lungomare
da abusivi e spacciatori»

di Carmen Incisivo

SALERNO - “Spaccio di droga e abusivismo sono ormai fenomeni completamente fuori controllo sul nostro lungomare A quando un vero intervento per ristabilire la legalità ed il decoro del lungomare di Salerno? Aspettiamo anche qui che ci scappi il morto per poi intervenire?”. È l’allarmata richiesta di aiuto alle autorità competenti proveniente da Anva e Confesercenti Salerno che definiscono la passeggiata sul mare “terra di nessuno”, un luogo dove “lo Stato e la Prefettura sono assenti con ambulanti abusivi ed extracomunitari che hanno letteralmente invaso il lungomare”. Fenomeni già ampiamente denunciati che, a parere delle associazioni di categorie, ammazzano il commercio scoraggiando tutti coloro che invece fanno ambulantato in maniera regolare. “La vendita di merce contraffatta – spiega il delegato Aniello Ciro Pietrofesa - è un reato penale. Non è possibile delegare il controllo del lungomare alla sola polizia municipale di Salerno che non ha né i mezzi e né gli uomini per fronteggiare questo fenomeno che riguarda, non 20 abusivi come ci dicono dalla Prefettura, ma una vera invasione di quasi 300 ambulanti abusivi”. Il più grosso timore, soprattutto negli ultimi tempi, è relativo allo spaccio di droga che avviene quasi sempre sulla corsia centrale del lungomare, quella più riparata da occhi indiscreti. “Ci sono extracomunitari presenti nella corsia centrale che sono dediti allo spaccio di droga a ragazzini tra i 14 ed i 16 anni. Intanto il commercio regolare continua a morire nell’indifferenza di chi dovrebbe tutelarlo”.

 
Sabato 12 Agosto 2017, 07:55 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 20:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP