Salvini-Di Maio, è scontro su tutto: alta tensione sugli inceneritori

ARTICOLI CORRELATI
10
  • 173
Non si placa lo scontro sui rifiuti in Campania fra il capo leghist Matteo Salvini e il leader 5 stelle Luigi Di Maio.

«A me dispiace che Salvini abbia deciso di lanciarsi in questa polemica e di creare tensioni nel governo», ha detto oggi Luigi Di Maio rispondendo ai giornalisti sulla vicenda degli inceneritori dopo i nuovi attacchi del leader leghista, Matteo Salvini. «Sono dispiaciuto di questa polemica sugli inceneritori - ha aggiunto - perché si fonda su un tema che non essendo nel contratto di governo non si pone. Abbiamo un ministro dell'ambiente che ha scoperto la Terra dei fuochi e conosce la Campania, quindi affidiamoci a lui. Lì ci vive la mia famiglia sono la persona più preoccupata».

LEGGI ANCHE Rifiuti, duello Lega-M5S. Salvini: «Inceneritori servono». Di Maio: «Non c'etrnano una ceppa»

 


«Gli inceneritori li dovrebbero scegliere i sindaci e la regione ma tutti dicono di no. Quindi li faremo. E "senza ceppa"», aveva detto oggi il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, durante la registrazione del programma Nemo su Raidue negli studi di Cinecittà a Roma, parafrasando ironicamente l'espressione usata ieri dal leader grillino.

«Ho passato ieri la giornata a Napoli ed erano tutti preoccupati per salute. Devi fare delle strutture; perché in Lombardia ci sono 13 impianti e in Campania uno? Il rapporto non può essere di tredici a uno», ha detto ancora Salvini. «Non c'è nel contratto? Vallo a spiegare ai bambini che respirano merda. Emergenza? Non lo dico io ma quando il capo dei vigili mi dice che c'è il rischio di tornare alla situazione di 10 anni fa devo fare qualcosa».

«La percentuale di raccolta differenziata in Campania è quasi 20 punti inferiore a quella di altre regioni italiane. Nel 2016 la Campania ha esportato in Italia e in Europa 300mila tonnellate di rifiuti con una spesa per decine di milioni di euro. Da anni non ci sono interventi. In Lombardia ci sono ben tredici termovalorizzatori che non inquinano ma producono energia e ricchezza: chi dice sempre e solo dei "No" provoca roghi tossici e malattie», ha continuato Salvini. «Mi chiedo: qual è la soluzione per tutelare la salute dei campani, che peraltro pagano la tassa per i rifiuti?», ha proseguito.

«Non mi piace che si arrivi qui e si dica al sindaco di Napoli di mangiarsi i rifiuti. Nessuno parla così al sindaco di Napoli che comunque è il sindaco della Capitale del Sud Italia, capitale fondamentale del Mediterraneo. Da questo punto di vista nessuno passa», ha affermato il presidente della Camera Roberto Fico. 

«E' uno schiaffo forte a questa città e a questa Regione arrivare qui e dire che ci vuole un termovalorizzatore a provincia dopo le lotte che sono state fatte e dopo l'avanzamento delle nuove tecnologie», ha aggiunto Fico. «Ve lo assicuro, non si farà neanche un inceneritore in più ma molti più impianti di compostaggio per la frazione umida dei rifiuti solidi urbani, più differenziata e più impianti di trattamento meccanico manuale dove si ricicla il tutto».

«In questa regione - ha proseguito il presidente della Camera - abbiamo bisogno di impianti di compostaggio, di trattamento meccanico manuale, di raccolta differenziata porta a porta, di riciclo, di riutilizzo e di riduzione a monte dei rifiuti. Di questo abbiamo bisogno, fuori dalla logica dei termovalorizzatori. E se dopo tanti anni lo dobbiamo ridire, lo diciamo ancora più forte, e siamo pronti a lottare per questo».

Nuovi inceneritori in Campania? «Non c'è nessun margine di trattativa. Non c'è assolutamente bisogno di nuovi termovalorizzatori», ha detto il ministro per il Sud, Barbara Lezzi. «I termovalorizzatori sono il passato, non un investimento che guarda al futuro. Sui rifiuti si è fatta tantissima ricerca e noi dobbiamo partire da lì, da una visione
virtuosa dell'ambiente che possa finalmente apportare del benessere alla salute dei cittadini».

 
Venerdì 16 Novembre 2018, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 17 Novembre, 11:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-11-17 09:43:40
UN TERMOVALORIZZATORE INQUINA QUANTO UN TIR SOLO CHE DA LAVORO A CIRCA 350 FAMIGLIE ADDIRITTURA CI SONO TERMOVALORIZZATORI CHE RILASCIANO ARIA MOLTO PIU' PULITA DI QUELLA CHE ENTRA. I TERMOVALORIZZATORI RISPETTANO TUTTI I VALORI IMPOSTI SULLE EMISSIONI E L’ARPA E’ UN VERO MASTINO CHI SFORA SOLO PER 10 MINUTI VIENE IMMEDIATAMENTE BLOCCATO. AVETE PRESENTE I CAMINETTI E LE STUFE A PELLET? VI SIETE DOMANDATI QUANTO INQUINANO? INFATTI QUESTI NON SONO DOTATI DI NESSUN TIPO DI CATALIZZATORE. AVETE PRESENTE LE DISCARICHE? EBBENE: SONO IL MODO PER AVVELENARE DI OGNI TIPO DI VELENO LE FALDE ACQUIFERE, CONTROLLATE I DATI DI INQUINAMENTO DELLE FALDE DOVE CI SONO LE DISCARICHE. AVETE PRESENTE LA BOLLETTA CHE PAGATE? Andiamo avanti così mentre moriamo d'inquinamento causato da noi stessi. Buona salute a tutti e Forza Napoli sempre e ovunque.
2018-11-17 06:32:51
Non arrivo a comprendere tutte queste polemiche per gli inceneritori, Poi non capisco perché solo in Campania questi dovrebbere essere la causa di malattie. Forse le autoritá politiche e mediche del centro e del nord Europa sono tutti degli incompetenti se permettono da decenni l´uso degli incerenitori? Ad Ulm citta tedesca che si é arricchita con i rifiuti napoletani il detto apparato e compreso in un quartiere densamente abitato ed a mia saputa lí non ci sono in piú delle altre cittá dove non ci sono gli incerenitori malati di cancro. Perché le autoritá Campane invece di rubare i soldi non fanno un viaggio in Europa per informarsi. Credo che c´é in ballo qualcosa di piú importante della salute dei cittadini e cioé altri interessi a noi sconosciuti . Ma si puó bene immagginarli
2018-11-17 00:03:27
Non inquinano, risolvono il problema rifiuti, producono energia, a Vienna ne hanno uno al centro della città. Il pericolo infiltrazioni della camorra? Basta controllare come in tutti gli appalti pubblici. Ma dov'è il problema?
2018-11-16 22:49:00
ok gigio e fico non vogliono gl'inceneritori perchè inquinano!!! ci vogliono dire di grazia dove vogliono mettere i rifiuti????? o è meglio incenerirli con i continui roghi che sono più inquinanti degl'inceneritori??????
2018-11-16 21:29:32
Finora non è costruito NULLA! E' solo un bel parlare.....Siamo con la pacche nella melma e si parla ancora di futuro ecologico....Ma per favore....Sveglia Fico! Il popolo napoletano di cicli ne conosce solo uno: il ciclo della donna!

QUICKMAP