Elezioni, nasce «Civica Popolare»: Lorenzin guida la lista dei centristi al fianco del Pd

4
  • 58
Torna la Margherita, ma stavolta non c’è Francesco Rutelli alla guida del partito di centro, ma Beatrice Lorenzin. “Civica Popolare”, questo il nome del partito che ha nel simbolo la Margherita, è frutto dell’unione tra Ap, Centristi per l'Europa, Democrazia Solidale, Italiapopolare e Idv. E’ “il primo passo per la costituzione di una forza politica di ispirazione europeista e riformista, per fronteggiare ogni deriva populista e proseguire sul sentiero della ricostruzione civile, sociale e materiale del Paese”, sostiene la ministra della Salute che di fatto conferma la volontà di alleanza con il Pd di Matteo Renzi.

Sull’utilizzo del simbolo e possibili polemiche, mette le mani avanti Lorenzo Dellai che nel 1998 mise a disposizione del Partito Popolare il simbolo appena usato nelle elezioni regionali del Trentino.

“Non nasce nessuna Margherita 2.0. Quella esperienza politica nazionale è confluita nel Pd e nessuno intende né potrebbe riproporla oggi. Più semplicemente - sostiene Dellai - ho messo a disposizione della lista “Civica Popolare” che stiamo costruendo assieme ad altri soggetti di area centrista il simbolo della Margherita Trentina di fine anni novanta, che è graficamente e giuridicamente diverso da quello di “Democrazia è Libertà-La Margherità” che si accompagnerà ad altri simboli. Il senso - continua Dellai - è invece quello di richiamare una esperienza civico-territoriale e di simboleggiare la convergenza di diverse sensibilità attorno ad un progetto politico comune, nell'ambito della coalizione del centro sinistra”.
Venerdì 29 Dicembre 2017, 11:37 - Ultimo aggiornamento: 29-12-2017 21:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-12-30 08:23:05
la gente non vede l'ora di dare il voto alla liceale, quella che con il diploma fa il ministro della sanità in italia e ha obbligato per legge, per forza a far fare 10 vaccini a degli infanti rischiando la vita...
2017-12-29 19:57:42
Egregia Lorenzin,e sostenere la povera Ruby no? E' ancora nipote di Mubarak o ha finito di esserlo? Miseria umana.
2017-12-29 15:30:54
Un' altra " lista del nulla" ,in una campagna elettorale , dove i "falliti della politica" , compreso le "alte poltrone",temono la vittoria del "Partito dell'astensionismo".
2017-12-29 13:45:02
Non aspettavamo altro una lista guidata dalla LORENZIN ultima possibilità della stessa di poter nuovamente proporsi nell'agone politico. Certamente una grande novità politica. GRAZIEEEEEEE

QUICKMAP