Epifania all'insegna della chitarra e
del mandolino in penisola sorrentina

di Ciriaco M. Viggiano

SANT'AGNELLO. La Costiera si prepara ad accogliere i virtuosi della chitarra e del mandolino: fino a domenica Villa Crawford sarà sede della seconda edizione del Campus invernale dedicato proprio a questi due strumenti. Promotore dell’iniziativa Carlo Aonzo, mandolinista savonese conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, direttore artistico e fondatore dell’Accademia mandolinistica internazionale italiana. Docente e divulgatore del mandolino classico italiano, strumento a corde entrato di diritto nell’immaginario collettivo a rappresentare l’italianità nel mondo, Aonzo ha collaborato con numerose istituzioni musicali italiane e straniere, ha vinto numerosi premi, vanta infinite collaborazioni con musicisti di grande rilievo.

Per questa seconda edizione, Aonzo si avvale della collaborazione di docenti di consolidata fama e di pluriennale esperienza, a cominciare da Michele De Martino (mandolino) per finire con Marco Caiazza e Roberto Margaritella (chitarra). In più sono previsti interventi di approfondimento a cura di Mauro Squillante, maestro dell'Accademia mandolinistica napoletana, e del quartetto partenopeo a plettro Motus Quartet. Il corso è aperto ad allievi di ogni livello che hanno aderito da ogni parte del mondo, prevede lezioni individuali, musica d’insieme, lavori d’orchestra e vari workshop il cui filo conduttore ruota attorno alla antica prassi barocca, al repertorio per quartetto di strumenti a pizzico, fino al patrimonio folcloristico della tarantella. Naturalmente, per la peculiarità dell’Accademia, gli unici strumenti ammessi sono mandolino, mandola, mandoloncello e chitarra.

Oltre lo stage di tarantella a cura del gruppo Damadakà, fissato per domani alle 21, il programma si arricchisce di due concerti aperti al pubblico: venerdì alle 20 sarà la volta dei “Motus Mandolin Quartet” presso la Parrocchia della Natività di Maria Vergine dei Colli di Fontanelle. Il quartetto è formato da Nunzio Reina, Michele de Martino (mandolini), Raffaele La Ragione (mandola), Salvatore Della Vecchia (liuto cantabile), tutti musicisti provenienti dai più importanti conservatori italiani che vantano molteplici premi nazionali e internazionali e collaborazioni con artisti di livello mondiale come Ray Charles, Ennio Morricone, Lina Sastri, Roberto De Simone, Luis Bacalov. Gran finale sabato alle 19, nella parrocchia dei Santi Prisco e Agnello, con l'esibizione dei partecipanti e dei maestri dell’Accademia internazionale di mandolino e chitarra.
Mercoledì 3 Gennaio 2018, 15:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP