Troupe di «Striscia» e Brumotti aggrediti al Parco Verde di Caivano. Nella gang anche un bambino

ARTICOLI CORRELATI
34
  • 14139
«Stasera a Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35) la violenta aggressione subita oggi da Vittorio Brumotti e la sua troupe in provincia di Napoli». Ne dà notizia un comunicato della trasmissione che racconta quanto avvenuto oggi. «Verso le 15 l'inviato e i suoi collaboratori si trovavano al Parco Verde di Caivano per documentare lo spaccio di droga che da tempo ha in parte abbandonato l'area del Rione Scampia per trasferirsi in questa cittadina a nord di Napoli. Per la prima volta una troupe televisiva ha documentato questo nuovo traffico esercitato in maniera molto organizzata e violenta da una banda di camorristi».

Ma, fa sapere una nota, «l'inviato di Striscia e la sua squadra non hanno nemmeno fatto in tempo a scendere dall'auto blindata, che sono stati circondati da 7-8 persone (tra cui un bambino) incappucciate che hanno cercato di aprire le portiere, minacciandoli di morte».



«Falliti i tentativi di aprire l'auto, i delinquenti hanno impugnato bastoni e una sedia con cui hanno sfasciato la carrozzeria e cercato di rompere i vetri, che per fortuna hanno resistito. Solo l'intervento dei carabinieri ha interrotto la violenta aggressione, ma gli agenti non sono riusciti a fermare nessuno dei camorristi. Intanto dalle finestre dei palazzi intorno continuavano ad arrivare insulti e minacce di morte nei confronti dell'inviato del Tg satirico e dei suoi collaboratori».
Giovedì 11 Gennaio 2018, 18:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 34 commenti presenti
2018-01-15 12:41:01
Spada sta in carcere di massima sicurezza per una testata e hanno chiuso la palestra ....ma al parco verde lo spaccio di droga continua ...mica lo possono chiudere.....e non se ne parla
2018-01-13 10:53:36
Ma cosa si aspettava, che gli offrissero il caffè????
2018-01-12 20:35:22
ma fatelo smettere questo Don Chisciotte da strapazzo...è puro esibizionismo e involontariamente fa un favore ai tossici che così sanno con precisione dove rifornirsi...intervenga chi ha l'obbligo per legge, non chi ha la fregola dell'audience !
2018-01-12 19:26:32
...la colpa di "altri", nella propria crescita psicofisica, è circostanziale e concorre in minima parte nel decidere quale "proprio" percorso di vita poi scegliere. Chi è "marcio" nell'indole, si auto-assolve ( illudendosi ) rendendo compartecipi o responsabili gli altri della propria disgrazia esistenziale. Concordo con alcuni nel forum dove si indica che il malaffare prima o poi si faccia "ripagare" dagli "adepti" storici o neofiti con gli interessi negativi ed è, per tutti i considerati "fessi che si guadagnano lecitamente il pane", un gran bel ( almeno ) contentino. Per alcuni ( da indovinare chi ) "l'Agent Orange" ( mia licenza illusoria ) sarebbe indispensabile anche se impraticabile nei fatti...
2018-01-12 15:47:05
La verita' ? La Camorra esiste ed è presente nel tessuto sociale.Lo Stato no...Se la Camorra ti offre un lavoro a100 euro al giorno e lo Stato italiano quando gli dici che muori di fame, allarga le braccia e dice "Mi spiace" ma vengono prima gli immigrati, tu a quale porta vai a bussare?

QUICKMAP