Ponticelli, sosta selvaggia ma a pagamento davanti all'ospedale

di Alessandro Bottone

Sosta selvaggia, quindi vietata, ma a pagamento. Questa la paradossale situazione che si presenta davanti all’ospedale di via Argine a Ponticelli. Automobili ovunque, anche in prossimità dello stallo degli autobus costretti a fermarsi nel pieno della carreggiata per la salita e la discesa degli utenti.

Ma c’è di più. Il parcheggiatore abusivo che quotidianamente “opera” davanti al nosocomio di Napoli Est utilizza un piccolo escamotage per segnare le vetture degli automobilisti che hanno già “saldato” la quota che varia a seconda del tempo di permanenza. Un tagliando colorato che compare sul parabrezza di numerose automobili in sosta. Un semplice promemoria per il parcheggiatore ma anche un modo per segnare quelle auto che rientrano nel tratto gestito direttamente e non dai "colleghi".
 
 

I parcheggiatori abusivi davanti all’ospedale, infatti, sono ben tre e “gestiscono” la sosta selvaggia dei veicoli in poche decine di metri, spesso permettendo agli autisti di utilizzare anche il marciapiede. Niente e nessuno li scoraggia, nemmeno la presenza di una volante della Polizia di Stato.

In zona non c’è solo la clinica. Anche lo stadio comunale e numerose attività commerciali insistono sulla stessa strada, arteria primaria del quartiere nella periferia orientale di Napoli.
Lunedì 12 Marzo 2018, 17:00 - Ultimo aggiornamento: 12-03-2018 19:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP