«Ma state guardando ancora?», e giù coltellate: l'aggressione choc al Vomero

ARTICOLI CORRELATI
16
  • 1018
Un 18enne e un 16enne vennero accoltellati alla coscia la sera del 17 dicembre scorso poco dopo l'una di notte, nella centrale piazza Vanvitelli del quartiere Vomero a Napoli; il motivo uno sguardo di troppo rivolto a un gruppo di giovani arrivato in piazza in sella a sette scooter dopo una serata in discoteca.

Le indagini dei carabinieri hanno portato all'identificazione dei giovani coinvolti nella rissa che si scatenò. Il responsabile del ferimento dei due giovani, un 16enne di Napoli, è stato denunciato per porto illegale di arma bianca e lesioni gravissime; altri 16 ragazzi sono stati denunciati alla Procura per i minorenni di Napoli per rissa aggravata dal futile motivo del predominio del branco giovanile. 
 

Dopo lo scambio di sguardi, il branco decise di entrare in azione: i giovanissimi in motorino invertirono la marcia lungo una strada a senso unico e uno di loro si avvicinò ai due ragazzi fermi. Esordì chiedendo a uno di loro: «Ma state guardando ancora?». Poi dal gruppo si staccò un altro ragazzo che gli puntò un coltello alla gola. L'amico lo aiutò tentando di frapporsi ma il gesto gli costò un colpo al capo con un casco. In pochi istanti scattò la rissa tra il branco e i due malcapitati che nella zuffa vennero feriti con una coltellata. L'aggressione terminò solo perché il cameriere di un vicino bar intervenne facendo dileguare i ragazzi.

Alcuni giovani che erano lì soccorsero i feriti e li accompagnarono in pronto soccorso, dove i medici medicarono le coltellate giudicate potenzialmente letali se fossero state più profonde. Le forze dell'ordine non vennero allertate nell'immediato: i carabinieri della compagnia di Napoli-Vomero intervennero quando i ragazzi erano già in ospedale. Iniziarono subito le indagini che hanno visto la svolta solo perché i militari hanno analizzato ore di immagini riprese da telecamere di videosorveglianza pubbliche e private approdando all'identificazione.
Lunedì 8 Gennaio 2018, 09:21 - Ultimo aggiornamento: 9 Gennaio, 09:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2018-01-09 08:22:31
Il sindaco che ci ritroviamo dovrebbe rendersi conto che piuttosto che vantarsi per il numero di turisti in aumento (merito non suo ma della nostra storia e arte) si dovrebbe vergognare per aver mostrato loro una città senza eventi, lercia, senza controllo, senza mezzi pubblici nei giorni festivi, in mano a teppisti, sopraffattori, scippatori e drogati. Piuttosto che guardare i numeri andasse a guardare cosa pensano i turusti della gestione della città. Non avrebbe nulla di cui vantarsi. Sindaco vergogna!
2018-01-08 19:12:19
è una fogna
2018-01-08 18:55:15
Bisogna dare più lavoro ai gggiovani......nelle miniere di sale di Re Salomone
2018-01-08 17:43:13
Sono persone complessate che reagiscono con violenza quando si rendono conto che i giovani napoletani sono diversi da loro e che li emarginano come appestati. Perchè non restano nel loro ghetto ?
2018-01-08 19:13:42
sono la maggioranza, non una minoranza

QUICKMAP