Parte il contest #pizzaUnesco
la gara dei pizzaioli sul web

di Luciano PIgnataro

Parte oggi in concomitanza con il Pizza Village la seconda edizione del contest internazionale #pizzaUnesco. Dopo il clamoroso successo della prima edizione, vinta da Davide Civitiello con la «Pomodorosa», torna il contest organizzato da Mysocialrecipe. Il progetto di organizzare la seconda edizione di una iniziativa che ha visto nel 2016 la partecipazione di più di cento pizzaioli al lavoro in Italia e in numerosi paesi, parte proprio dal fatto che siamo nell'anno decisivo: alla fine del 2017 infatti l'Unesco deciderà per il riconoscimento dell'arte dei pizzaioli napoletani come patrimonio immateriale dell'Umanità sotto la spinta della racconta di firme promossa da Associazione Pizzaioli Napoletani, Coldiretti, Cna e Fondazione Univerde di Alfonso Pecoraro Scanio. Il coinvolgimento su scala mondiale dei pizzaioli da parte di Mysocialrecipe nasce dunque come azione di sostegno a questa richiesta, sostenuta ormai da quasi due milioni di firme raccolte nei Cinque Continenti e alla quale hanno aderito personaggi dello spettacolo, della cultura e della gastronomia.
«Per rafforzare il contest a livello mediatico -spiega Francesca Marino, ideatrice di Mysocialrecipe e del contest- , abbiamo scelto due grandi eventi previsti a Napoli: il Pizza Village e il Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi, che ne segneranno, rispettivamente, l'inizio e la conclusione». Mysocialrecipe, domani, lancia la fase web del contest, che proseguirà per tutta l'estate fino all'11 settembre. Il 1 ottobre la giuria decreterà i 10 finalisti che saranno invitati per la fase finale live prevista a Napoli sia con la gara tra i dieci finalisti, sia con la serata evento, il 14 novembre, che si concluderà con la premiazione del vincitore dinanzi ad istituzioni, stampa ed addetti al settore.
La seconda edizione del contest registra anche un rinnovamento della giuria presieduta dal direttore delle guide dell'Espresso Enzo Vizzari e composta da Fiammetta Fadda, Allan Bay, Eleonora Cozzella, Giorgio Calabrese, Scott Wiener, giovane foodblogger americano. Segretario generale del contest Tommaso Esposito. Ma non è questa l'unica novità della seconda edizione: sono previste infatti le seguenti menzioni speciali assegnate dai partner di Mysocialrecipe: Migliore pizza per gli aspetti nutrizionali (a cura di Legambiente), Pizza Slow, migliore pizza per la territorialità (a cura di SlowFood), Pizza più letta sul web (a cura di Mysocialrecipe), Migliore pizza per l'originalità degli ingredienti (in collaborazione con La Federazione Italiana Cuochi), Miglior abbinamento Vino - Pizza (a cura dell' Associazione Italiana Sommelier), Migliore pizza per l'impasto (a cura di Ferrarelle), La pizza è anche fritta (a cura della rivista Italia a Tavola). Il contest ha il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, della Regione Campania, del Comune di Napoli, della Città Metropolitana, della Camera di Commercio, di Legambiente ed EcoMuseo della Dieta Mediterranea di Pioppi, della Fondazione Univerde e dell'Ais.
 
Sabato 17 Giugno 2017, 08:46 - Ultimo aggiornamento: 16 Giugno, 00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP