Tragedia in Costiera amalfitana, turisti risucchiati da un'onda: una donna perde la vita

I soccorsi al porto di Amalfi
di Mario Amodio

3
  • 836
Tragedia questa mattina in Costiera Amalfitana dove una turista veneta di 55 anni ha perso la vita dopo essere stata risucchiata da un'onda a Praiano, lungo la passeggiata che unisce la Praia con il night club Africana. Qui, a metà strada, si sarebbe verificato l'incidente in seguito al quale tre delle quattro persone che si trovavano in quel punto al momento dell'onda assassina sarebbero finite in mare.
 

Una quarta si sarebbe lanciata in mare per prestare soccorso. Due turisti si sarebbero salvati, mentre altri due sarebbero rimasti in mare soccorsi poco dopo da un gommone della Guardia Costiera di Amalfi. Si tratta di un uomo e una donna, che a quanto versava in condizioni disperate, immediatamente trasferiti presso il porto di Amalfi dove ad attenderli c'erano i sanitari del 118 i quali hanno tentato l'impossibile per rianimare la sfortunata turista a bordo di un'ambulanza medicalizzata.

I sanitari del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Sull'accaduto indagano i militari della Guardia Costiera di Amalfi e i Carabinieri della Compagnia di Amalfi giunti anche loro sul posto poco dopo l'accaduto. 

Si chiamava Mariangela Calligaro la turista di 55 anni originaria di Belluno morta questa mattina a Praiano. La signora si trovava in compagnia del marito, Carlo Talamini di 56 anni, e di un'altra coppia di amici, Nicoletta Bressa e Nicola Zeggio, entrambi di 57 anni. I quattro erano in tenuta da trekking quando sono stati recuperati. Verosimilmente erano usciti per una passeggiata lungo il sentiero costiero.

Non è la prima volta che a Praiano una donna muore dopo essere stata trascinata in mare da un'onda. Si verificò anche il 25 gennaio del 2009. Manuela Castaldo, 37 anni di Mogadiscio e residente a Napoli, fu travolta mentre passeggiava in spiaggia con un uomo che era in sua compagnia. Fu ripescata a circa 40 metri dalla costa dalla motovedetta della Capitaneria di Porto di Salerno, che stava conducendo le ricerche in mare della donna. La Castaldo aveva pranzato con un amico in un ristorante vicino alla spiaggia e poi i due stavano facendo una passeggiata quando la donna fu investita dall'onda.
Martedì 2 Gennaio 2018, 13:07 - Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio, 15:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-01-02 18:23:15
e' strano che nessuno da la colpa a giggino, a de luca o al commander in chief............qualcuno diceva....il cervello e' come una s-foglia di cipolla...... a buon intenditor........
2018-01-02 22:46:24
Se uno passeggia lungo una strada dove c'è un night, deve necessariamente stare andando al night? Boh
2018-01-02 14:09:46
Ma che stava andando a fare al night? Boh

QUICKMAP