In Calabria sbarcano 2.000 migranti
tra i porti di Reggio e Schiavonea

di Serafina Morelli

Da Reggio a Corigliano, la Calabria continua a dover fare i conti con l’emergenza migranti. Stamani intorno alle 7 del mattino nella città dello Stretto è attraccata la nave “Vos Hestia” con a bordo 1065 persone: sono in corso le operazioni di primo soccorso e assistenza ed è stata allestita la tenda per il trattamento igienico-sanitario dei migranti con patologie cutanee. Ed altri 1035 migranti sono attesi invece al porto di Schiavonea a bordo della nave “Aquarius”. Per il comune della provincia di Cosenza sarà il quindicesimo sbarco dal 2015, il quarto del 2017. Sulla banchina del porto è in moto la macchina organizzativa che si occupa dell’accoglienza. Attesi 230 minori non accompagnati e 99 donne, molti profughi hanno i corpi segnati da profonde ustioni provocate dal contatto con il carburante e l’acqua salata.
 
Non si arresta il flusso di migranti che dal Nordafrica si dirigono verso le coste calabresi. Martedì a Vibo Valentia Marina sono arrivate 575 persone, di cui 69 donne e 130 minori, ieri a Crotone ne sono giunte 516 in due diversi sbarchi. Mentre nel porto della città di Pitagora stava attraccando la nave “Fiorillo” della Guardia Costiera con a bordo 416 persone recuperate in diverse operazioni di soccorso, alla centrale operativa della Capitaneria di Porto è pervenuta la segnalazione di un'altra imbarcazione. Su uno yacht lungo circa 15 metri, viaggiavano 47 uomini, 18 donne e 35 bambini di etnia curdo-irachena.

 
Giovedì 29 Giugno 2017, 10:01 - Ultimo aggiornamento: 29-06-2017 10:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP