L'ultimo saluto a Pina e Antonio:
«Restiamo tutti vicini ai figli»

la chiesa
In un pomeriggio tutt’altro che primaverile, a Montefalcone Valfortore si sono celebrate, ieri, le esequie dei coniugi Antonio Rocco Mansueto e Giuseppa Ricchiuto, vittime dell’incidente stradale nel giorno del matrimonio della figlia Enrica. Un intero paese sconvolto dal dolore. Bandiere a mezz’asta, uffici, scuole e negozi chiusi con la chiesa del Santuario del Carmine gremitissima di gente, con parte di essa rimasta fuori, sotto una pioggia a tratti insistente. Poi l’arrivo dei feretri seguiti da Enrica sostenuta dal giovane marito Francesco. Un silenzio surreale ha pervaso la chiesa, ad echeggiare solo le note dell’organo. Poi le due bare vengono posizionate davanti all’altare, di fianco Enrica e Francesco con i parenti dei coniugi Mansueto Ricchiuto. 

Oltre al sindaco Olindo Vitale, era presente anche il tenente colonnello dei carabinieri Giovanni Meoli, il comandante della stazione dei carabinieri di Montefalcone, Lucio Aversano ed il comandante della stazione presso cui fa servizio Francesco, a Roma. Poi tanti amici e conoscenti, persone che con la sfortunata coppia avevano condiviso qualcosa: un sorriso, un saluto e che non hanno voluto mancare per l’ultimo saluto. 
Mercoledì 23 Maggio 2018, 22:48 - Ultimo aggiornamento: 24-05-2018 06:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP