Tenta di bruciare clochard: denunciato un 14enne
ll video Parla il capo della Mobile

  • 200
Ragazzi minorenni e incensurati, in azione forse per noia. Indagini avanzate sul tentativo di dare fuoco ad un clochard ad Avellino tre giorni fa. La sezione Volanti della questura diretta da Elio Iannuzzi ad una svolta. Una bottiglia di liquido infiammabile era stata lanciata all'interno della veranda della casetta in ferro dove stava dormendo un 43enne senzatetto ucraino. Ad accorgersi che i vestiti dell'uomo stavano prendendo fuoco, una connazionale che l'ha salvato. I vigili urbani hanno usato un estintore per spegnere le fiamme. Lievi ferite per l'uomo. Ora la svolta nell'inchiesta: denunciato un 14enne.
 
 

Le fiamme, provocate da fazzolettini imbevuti di alcool, avevano attaccato suppellettili, materassi e le stesse coperte in cui l'uomo era avvolto. Grazie all'intervento di una sua connazionale, Oleg, questo il nome dell'ucraino, è riuscito a salvarsi rimediando solo lievi ustioni a una gamba. Le indagini della Squadra Mobile della Questura di Avellino, grazie anche alle testimonianze di alcuni passanti, sono riuscite a risalire al presunto autore, senza precedenti penali, che avrebbe agito insieme ad altri suoi amici minorenni. Gli investigatori escludono piste politiche alla base del gesto. Si sarebbe trattato di «una prova di coraggio - spiega Iannuzzi - maturata all'interno di una sfida tra coetanei». Il minorenne è stato denunciato alla Procura del Tribunale dei minori di Napoli. Indagini sono in corso per individuare gli altri giovani che hanno partecipato al raid.
Parla il vice questore Michele Salemme
Venerdì 17 Novembre 2017, 23:00 - Ultimo aggiornamento: 20-11-2017 18:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP