Carabinieri alla Cisl per i falsi attestati

Diplomi falsi, la Procura accelera. Ieri mattina sopralluogo dei carabinieri presso la sede della Cisl e presso l’abitazione di Antonio Perillo, l’ex collaboratore del sindacato in pensione che, secondo il servizio di «Striscia la notizia», dietro pagamento di circa 2300 euro avrebbe garantito un attestato necessario ad essere inserito nelle graduatorie di supplenza del personale scolastico Ata, ma anche un documento di certificazione delle competenze informatiche. 
Lungo colloquio con i militari per il segretario generale e quello della Cisl Scuola, Mario Melchionna e Salvatore Bonavita e per l’ex di categoria segretario Elio Barbarisi. A mettere in moto la Procura la denuncia presentata dalla stessa Cisl contro Perillo, difeso dagli avvocati Generoso Pagliarulo e Gianfranco Iacobelli, sospeso due ore dopo il blitz nella sede di via Circumvallazione di Luca Abete e della troupe di Canale 5. 
Sul Mattino in edicola
Martedì 7 Novembre 2017, 13:23 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2017 13:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP