Auto blu: la Funzione pubblica
bacchetta i sindaci

Troppe auto blu, il Dipartimento della Funzione pubblica bacchetta i sindaci. Ma in Irpinia non ci stanno. Nove auto blu a noleggio e nove di proprietà, ma tutte rigorosamente senza autista. Sono a disposizione dell’Amministrazione provinciale di Avellino secondo il Dipartimento. Non si tratta di un record: ci sono province come Oristano che arrivano ad avere 63 auto blu ogni 100 mila abitanti. Sono esclusi i mezzi di servizio, quelli dell’antincendio e delle forze di polizia, ovviamente. L’auto blu mitico feticcio del potere non soltanto nei film di Fantozzi, appare anche come il simbolo più odiato dal comune cittadino. Vedere sfilare i burocrati nelle auto di servizio, magari con il lampeggiante, magari superando le auto in coda e a tutta velocità, dà fastidio. Difficile credere che, se non si tratti di un’ambulanza o vi una vettura delle forze dell’ordine, sia davvero così necessario far ricorso a vetture blu che viaggiano in spregio alle regole, come minimo, del codice della strada. Tuttavia Ariano Irpino, il comune di cui è sindaco Gambacorta, dispone di un auto con autista e 12 utilizzabili dagli uffici.
Il sindaco di Montoro Mario Bianchino dice di avere un’unica auto blu: «Una Lancia con 200 mila chilometri, ma è a disposizione di tutti gli uffici». Il sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi Rosanna Repole giura di aver venduto l’unica auto blu del comune: «Vado in giro con la mia Panda». E anche il sindaco di Mercogliano, Massimiliano Carullo, contesta le 14 auto di servizio che gli sono attribuite. «Hanno computato anche i furgoni che abbiamo affidato ai piani di zona per portare i disabili in ambulatorio o a scuola», dice Carullo. 
Venerdì 7 Luglio 2017, 16:39 - Ultimo aggiornamento: 07-07-2017 18:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP