Rogo nella galleria Napoli-Salerno,
c'è la rosa dei primi indagati

di Petronilla Carillo

Alle 4.20 di ieri mattina è ripresa la circolazione ferroviaria nella galleria Santa Lucia, che attraversa Cava de' Tirreni, dopo lo stop forzato dovuto all'incendio che ha ferito cinque operai, uno dei quali ancora ricoverato al Cardarelli di Napoli. L'uomo, quarant'anni, dipendente della Salcef, la ditta incaricata della sostituzione dei binari per conto del gruppo Ferrovie, ha riportato ustioni del quarto grado sul 40% del corpo: è in terapia intensiva e le sue condizioni sono stabili anche se gravi. Intanto nella mattinata di ieri gli agenti della sezione polfer di Salerno, coordinati dal capo dipartimento della Campania Michele Spina, hanno consegnato nelle mani del sostituto procuratore Angelo Rubano l'informativa di reato con tutte le indicazioni relative agli accertamenti e alle indagini eseguite all'interno della galleria per accertare la dinamica ed individuare eventuali responsabilità.

La Procura di Nocera Inferiore che indaga su quanto accaduto alle 2.20 di venerdì all'interno della galleria, è chiusa a riccio ma ci sarebbe già un elenco di nomi sui quali si sarebbero focalizzate le attenzioni degli inquirenti e che potrebbero essere ritenuti i diretti responsabili di quanto accaduto. Nomi che verranno resi noti, con molta probabilità, soltanto nelle prossime ore, quando verrà assegnato anche l'incarico peritale sull'apparecchiatura utilizzata per togliere e mettere i binari e che avrebbe causato l'incendio per una perdita di olio. Nei corridoi del palazzo di giustizia nocerino si vocifera che potrebbero essere almeno quattro o cinque gli indagati ai quali, a breve, potrebbe essere notificato un avviso di garanzia per consentire loro di nominare dei periti che possano affiancare quelli della procura nell'esame tecnico del macchinario posto sotto sequestro. Nella giornata di ieri il sostituto Rubano, titolare delle indagini, ha approfondito l'esame del fascicolo per non trascurare alcun dettaglio. Per fortuna ci sono stati soltanto cinque feriti, di cui soltanto uno ospedalizzato, ma l'incidente poteva trasformarsi in una vera e propria tragedia, essendo al momento sul cantiere 40 operai che potevano restare intrappolati nella galleria.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Domenica 18 Novembre 2018, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP