«Sanremo canta Napoli», in scena la tarantella delle gemelle napoletane

di Emanuela Sorrentino

​Saranno le gemelle napoletane della danza Ginevra e Virginia De Masi a portare la tarantella napoletana a Sanremo.

Perché la cultura e il bel canto partenopeo sono un patrimonio da esportare. Questo, uno degli obiettivi del giornalista torinese Ilio Masprone che ha ottenuto dal Comune di Sanremo e dal Casinò Municipale di riprendere il Festival Napoletano, evento nato nel ‘31 a Sanremo, in un nuovo progetto dal titolo “Sanremo canta Napoli” che si chiuderà sabato 15 settembre al teatro dell’opera del Casinò di Sanremo. E venerdì 14 settembre in scena ci saranno anche le gemelle napoletane che porteranno fuori dalla loro città una personale interpretazione della tarantella napoletana, su musiche di Rossini. Le neo maggiorenni danzatrici partenopee, a pochi mesi dalla loro terza partecipazione a Tuttinscena e al Premio Charlot, andranno a Sanremo, dimostrando anche un’eclettica capacità nel riuscire a passare dal rigore della danza classica alla fluidità della danza popolare.

«Siamo davvero emozionate e ringraziamo il direttore artistico Ilio Masprone per averci invitato a prender parte a questo meraviglioso progetto e averci dato la possibilità di danzare su un palcoscenico così importante come quello di Sanremo, felici di poter ballare per la prima volta una danza tipica della nostra terra». A Sanremo Canta Napoli saranno 20 i partecipanti, scelti dalla Commissione, che porteranno in lingua napoletana un brano inedito, oltre ad uno edito a libera scelta. Sabato 15, la manifestazione si chiuse al teatro Ariston con una serata dedicata ai grandi artisti della musica napoletana.
Mercoledì 12 Settembre 2018, 14:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP