Napoli, voragine in strada a Montesanto: sgomberate decine di famiglie

ARTICOLI CORRELATI
di Oscar De Simone

  • 1623
Una quarantina di famiglie sono state sgomberate in via precauzionale dalle proprie abitazioni a Napoli dopo che una voragine si è aperta nella notte in via Ventaglieri, nel quartiere di Montesanto. Già ieri, vigili del fuoco e Protezione civile avevano effettuato una serie di controlli poiché in uno dei fabbricati erano stati segnalati dei piccoli cedimenti. Al termine delle verifiche si era deciso di non evacuare gli stabili ma stanotte si è aperta la voragine. Non si segnalano danni a persone.

Sul posto ci sono i vigili del fuoco, la Protezione civile comunale, operai dell'azienda che si occupa della gestione dell'acqua, polizia e vigili urbani. L'intervento è in continua evoluzione: anche in previsione delle prossime piogge, la squadra dell’Abc sta cercando di intervenire sulle tubature lesionate nel più breve tempo possibile. Una decina di famiglie potrebbe rientrare già questa sera mentre per altre 13 persone si prospetta una notte all’interno del palazzetto Urban a via Concezione a Montecalvario.
 
 

«La causa potrebbe essere una perdita di acqua», fa sapere Francesco Chirico, presidente della Seconda Municipalità di Napoli. «I fognari sono a lavoro, alcuni mesi fa proprio qui ci fu grande perdita, in fondo alla strada. I tecnici dell'Abc hanno controllato e dissero che non c'era niente, ma resta un problema di monitoraggio e controllo». «Da tempo, inoltre, gli abitanti del civico 32 sono in attesa di un ok della Sovrintendenza - conclude - Hanno commissionato delle indagini sul sottosuolo per verificare cosa fosse accaduto in seguito alla perdita di acqua, ma finora nessuna risposta».
 

Valentina M. è una delle sgomberate dei palazzi:. «Gli abitanti del civico 32 - racconta - sono stati i primi a essere sgomberati perché le porte erano bloccate». «Stiamo segnalando da mesi che qualcosa non va e nessuno fa niente». Nell'estate scorsa, come spiega, poco distante dal civico davanti al quale si è aperta la voragine, «si è creata come una piscina, causata forse da una perdita d'acqua». Anche in quella occasione, «poca attenzione a quanto accaduto». «Fu chiamata l'Abc - dice - i tecnici dissero che era tutto ok e poi niente più. Si pone un problema di manutenzione e monitoraggio». Ora è alle prese con lo sgombero, «perché di sicuro stanotte non avremo il via libera per rientrare a casa». «E chissà quando - evidenzia - anche se sarà difficile che avvenga in tempi brevi». «Così come sono messi alcuni palazzi - prosegue - andrebbero puntellati, ma ora è un rimpallarsi di responsabilità». 
Domenica 18 Novembre 2018, 11:55 - Ultimo aggiornamento: 19 Novembre, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP