Investe e uccide due immigrati in bici, poi scappa ma è «bloccato» dalla processione

incidente villa literno
di Fabio Mencocco

CASERTA - Investe e uccide due persone in bici, tenta la fuga ma è bloccato dalla processione del Corpus Domini in paese. È successo ieri sera a Villa Literno nel Casertano dove un 31enne, Oreste Capasso (già noto alle forze dell’ordine) ha provato a scappare a bordo di una Fiat Punto dopo aver travolto, in via dei Mille, due immigrati (uno di colore e l’altro probabilmente dell’Est europeo dei quali non si conosce ancora l’identità perché non avevano documenti). L’uomo, residente a Casal di Principe ma domiciliato proprio a Villa Literno, in passato è stato arrestato in un blitz della Squadra Mobile di Caserta nel 2009.

La sua auto sarebbe arrivata a forte velocità, stando ai primi riscontri effettuati dai carabinieri e - dopo l’urto con le due bici avvenuto nei pressi di un discount - ha certamente provato a scappare, per poi giustificarsi dopo l’arresto spiegando di «aver avuto paura». Decisivo, nella circostanza, il ruolo dei vigili urbani di Villa Literno e, in particolare, del comandante della Polizia locale che ha bloccato l’uomo insieme ai carabinieri che si trovavano a poca distanza: a Capasso è stato intimato l’alt mentre si stava dirigendo verso un gruppo di fedeli, scatenando il caos e un fuggi fuggi generale. Solo quando si è visto bloccato dalla folla, l'uomo si è reso conto che avrebbe potuto investire altre persone e si è fermato.
Lunedì 30 Maggio 2016, 00:47 - Ultimo aggiornamento: 30-05-2016 16:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP