Sole, tempesta magnetica in corso: «È più forte del previsto»

Si è già rinforzata nelle ultime ore, passando da "moderatà a forte", la nuova tempesta geomagnetica cominciata come previsto ieri sera intorno alle 22 (ora italiana). Il Sole ha ripreso a "sbuffare" puntuale, ma con una certa esuberanza, tanto che dalle otto di questa mattina la tempesta è salita dalla classe G2 alla classe G3, nella scala da uno a cinque che ne misura l'intensità.

Si attendono dunque nuove aurore, così come conseguenze sulle radiocomunicazioni e sulla stabilità delle reti elettriche, anche nelle regioni a latitudini di poco inferiori ai 50 gradi. Possibili effetti minori sui satelliti e sui Gps, che ancora però non sono stati rilevati. A fare il punto della situazione è il fisico solare Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), consigliere per il meteo spaziale della direzione scientifica dell'Inaf e dell'Università di Trieste.
Giovedì 28 Settembre 2017, 10:41 - Ultimo aggiornamento: 28-09-2017 10:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP