Wi-fi, l'Unione finanzia punti d'accesso pubblici gratuiti in 6mila comunità locali d'Europa

La Ue sponsorizzerà punti d'accesso wi-fi gratuiti in municipi, biblioteche, parchi e altri luoghi pubblici nel quadro di una nuova iniziativa chiamata WiFi4EU, adottata oggi dal Consiglio. Un portale WiFi4EU multilingue e facilmente riconoscibile fornirà accesso a una connessione sicura e ad alta velocità in almeno 6mila comunità locali in tutta la Ue entro il 2020.

Gli ospedali e altri enti pubblici potranno chiedere finanziamenti per l'installazione di nuovi punti di accesso Wi-Fi quando non ci siano già connessioni Internet simili, pubbliche o private, che sarebbero duplicate dal nuovo hotspot.

L'organismo pubblico dovrà inoltre impegnarsi a mantenere la nuova connessione per almeno tre anni. La procedura per richiedere finanziamenti sarà semplice - ci sarà una piattaforma online dedicata gestita dalla Commissione - e il sostegno della Ue coprirà fino al 100% dei costi ammissibili. I finanziamenti europei per questa iniziativa potrebbero ammontare complessivamente a 120 milioni di euro fino al 2019.

Essi saranno assegnati in modo geograficamente equilibrato in tutti i paesi e, come regola generale, secondo il principio del «primo arrivato, primo servito». I criteri di selezione dettagliati saranno definiti dalla Commissione, che si occuperà inoltre di gestire l'iniziativa. Si prevede che il primo invito a presentare progetti sia pubblicato verso la fine dell'anno, o all'inizio del 2018.
Lunedì 9 Ottobre 2017, 13:03 - Ultimo aggiornamento: 09-10-2017 13:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP