Nasce la piattaforma web per documentare persecuzioni anti cristiane

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano Le voci del silenzio, del dolore, della guerra, dell’emigrazione forzata. La guerra ha mille volti. Il futuro di intere comunità segnato per sempre nella consapevolezza di non poter più tornare indietro, nelle proprie case.  Il grande tema sottotraccia è quello dei cristiani perseguitati in Medio Oriente, una emigrazione continua, irreversibile. www.allstandtogether.com è la prima piattaforma digitale, inclusiva ed ecumenica, creata per dare voce a tutti i cristiani che vivono in situazioni di discriminazione o persecuzione, in particolar modo in Medio Oriente. Uno strumento che intende sottolineare la necessità di difendere ovunque il fondamentale valore rappresentato dalla libertà religiosa.

Il progetto - benedetto dal Papa - nasce dall’incontro tra diverse istituzioni interessate a rafforzare una cultura del dialogo e della pace attraverso un’azione di condivisione della straordinaria testimonianza che arriva dai luoghi dove le minoranze religiose, cristiane e di altre religioni, vivono in situazioni drammatiche. Ad animare la piattaforma il Centro Internazionale di Cl, Associazione Amici di Rome Reports, Fundacion Promocion Social de la Cultura e Associazione Iscom.  Scopo di questa piattaforma è la diffusione più ampia possibile, attraverso i social media e di canali televisivi operanti in diversi paesi, di testimonianze, storie, immagini ed esperienze che documentino la ricchezza della fede che caratterizza le comunità cristiane in medio oriente, Asia e Africa.
 
 
Venerdì 24 Febbraio 2017, 18:44 - Ultimo aggiornamento: 25-02-2017 14:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP