Ecco come scoprire se qualcuno vi sta 'scroccando' il wi-fi (e impedirlo)

Come scoprire se qualcuno vi sta 'scroccando' il wi-fi (e impedirlo)
1
  • 249
Poche cose al mondo sono fastidiose come quando, pur con un segnale eccellente, la nostra velocità di connessione è estremamente ridotta e ci impedisce di effettuare attività lavorative o di svago. In questi casi il vostro provider non c'entra nulla, l'ipotesi più probabile è che la connessione sia lenta a causa dei troppi dispositivi connessi. Che non sempre sono tutti i 'device' conosciuti che abbiamo in casa.





Pensare che una connessione chiusa e una buona password possono garantirvi una sicurezza totale da intrusioni è solo un'illusione. Sono tanti i metodi per 'scroccare' la connessione wi-fi anche quando questa è protetta da password: basta una ricerca su Google per imparare come farlo, in maniera relativamente semplice e veloce. Il rischio, in questi casi, non è solo quello di avere una connessione lenta, ma anche e soprattutto quello di accesso ai vostri dati e documenti presenti nei diversi dispositivi collegati al router.

Per fortuna, ci sono diversi strumenti per identificare ed espellere questi fastidiosi intrusi. Su pc, ad esempio, i migliori sono indubbiamente Wireless Network Watcher e Microsoft Network Monitor, mentre per chi ha il Mac si consiglia Mac Os X Hints. Ci sono applicazioni molto utili in questo senso anche per gli smartphone, Fing e IP Scanner. Collegandosi alla rete wi-fi, questi strumenti consentono di individuare facilmente tutti i dispositivi connessi, compresi quelli non conosciuti.





Una volta individuato l'intruso, si può procedere alla sua espulsione: è un'operazione più semplice di quanto si possa pensare. La prima cosa da fare è accedere al pannello di controllo del router, se non abbiamo a disposizione tutte le istruzioni del provider (la maggior parte di essi, comunque, utilizza l'indirizzo 192.168.1.1). Un altro modo per allontanare gli 'scrocconi' e i potenziali hacker è aprire il file di Windows "cmd.exe" e selezionare "ipconfig" nella finestra che comparirà.

Un altro aspetto da non sottovalutare è che la stragrande maggioranza di attacchi ai dispositivi collegati tramite wi-fi avvengono quando nome utente e password rimangono quelle prestabilite dal provider; per questo è consigliabile cambiare la password.
Sabato 27 Maggio 2017, 15:15 - Ultimo aggiornamento: 27-05-2017 16:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-05-29 07:59:52
Incompetenza assoluta. Un giretto sul sito di Aranzulla prima di avventurarsi a scrivere qualcosa che non si sa?

QUICKMAP