Facebook, paura privacy: un utente su quattro ha cancellato la app dal suo smartphone

Facebook, paura privacy: un utente su quattro ha cancellato la app dal suo smartphone
Dopo lo scandalo di Cambridge Analytica, la privacy è un tema ancora scottante per gli utenti di Facebook, soprattutto negli Stati Uniti: uno studio del Pew Research Center sottolinea come negli Usa un quarto degli utilizzatori del social network blu, nell'ultimo anno, ha rimosso la app sul suo smartphone. Una percentuale che sale addirittura al 44% tra i più giovani, un fenomeno spinto dalle preoccupazioni sulla privacy dopo gli scandali sui dati condivisi con aziende esterne.

Facebook, «Ecco come aggirare l'algoritmo»: la bufala del nuovo thread

L'indagine è stata condotta su un campione di utenti sopra i 18 anni: secondo lo studio il 74% degli utenti ha preso qualche iniziativa per cautelarsi. Metà degli intervistati (il 54%) ha affermato di aver cambiato le impostazioni della privacy nell'anno precedente, quattro su dieci si sono presi una pausa dal social per almeno qualche settimana e il 26% ha dichiarato di aver disinstallato la app dal telefonino. Solo il 9% invece ha scaricato i propri dati dal social network, ma metà di chi l'ha fatto ha poi cancellato la app.

Facebook blocca Twitter: impossibile pubblicare post e tweet in automatico

«Ci sono delle differenze di età nei tassi di utenti che hanno preso queste iniziative - sottolineano gli autori -. È interessante notare che il 44% di quelli tra 18 e 29 anni hanno cancellato la app, quasi quattro volte quelli di 65 e oltre. Solo un terzo degli over 65 ha cambiato le impostazioni, mentre lo ha fatto il 64% dei più giovani».
Giovedì 6 Settembre 2018, 12:48 - Ultimo aggiornamento: 28 Settembre, 19:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP