Follia in coda per i nuovi iPhone: «Posti in fila in vendita a seimila euro». Ma chi paga?

Follia in coda per i nuovi iPhone: «Posti in fila in vendita a seimila euro». Ma chi paga?
ARTICOLI CORRELATI
di Domenico Zurlo

Quante volte abbiamo osservato con distacco e ironia chi, al momento del lancio dei nuovi iPhone, faceva le ore piccole per presentarsi in fila ai negozi ed acquistarlo per primo? In Russia questa mania è diventata un business. Oggi è infatti l'iPhone-day, il giorno in cui i negozi autorizzati da Apple hanno iniziato a vendere gli ultimissimi 'melafonini', l'iPhone Xs e l'XsMax: lunghe code si sono formate ai negozi, qualcuno è rimasto fuori addirittura per 4 giorni, per non perdere l'occasione di essere il primo ad acquistarne uno.

Penetrazione dolorosa, il dramma di Lara con il sesso: «Ho un fidanzato, ma ci teniamo la mano»

Ma al di là della frenesia tipica di questi casi, c'è un particolare - rilanciato dalla testata Republic - che fa rabbrividire: qualcuno che si è guadagnato con fatica il posto in coda ha deciso infatti di rivendere ai ritardatari o lo stesso iPhone appena acquistato (ovviamente a prezzo maggiorato), o addirittura di vendere il proprio posto in fila.

 
 

E il 'prezzario' è assurdo: si parla di richieste da 450mila rubli (quasi seimila euro!) per i primi posti in fila, ai quali bisogna ovviamente aggiungere il costo di un Xs o di un XsMax, di certo non economici. Ma chiaramente la legge del mercato è solo una: c'è un'offerta solo se c'è una domanda. E in un Paese come la Russia, in cui di certo la gente non naviga nell'oro (lo stipendio medio è un terzo del prezzo dell'XsMax), pensare che ci sia davvero qualcuno disposto a scucire semila euro per un posto in fila, è quasi inverosimile. O no?
Venerdì 28 Settembre 2018, 17:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP