Apple, ecco i nuovi MacBook Pro
con mini-display touch sulla tastiera

ARTICOLI CORRELATI
di Andrea Andrei

Ne mancava una nuova versione sul mercato da quattro anni, eppure rappresentano uno dei prodotti con la Mela più blasonati. I rumor, come ormai da tradizione, si rincorrono da mesi. Ma adesso è arrivato il momento dei nuovi MacBook Pro, i personal computer di Apple, presentati in un keynote a San Francisco. Dispositivi che introducono una novità importante, la Touch Bar: si tratta di un piccolo display situato sopra la tastiera che rende parecchie funzioni più accessibili, proprio come su un tablet. Il problema in questo caso però è il prezzo, perché il costo di partenza per un MacBook Pro da 13 pollici dotato di Touch Bar è 2.099 euro. Il che, a giudicare dalle reazioni sui social network, non è una notizia che gli utenti hanno preso benissimo. Ma andiamo con ordine e ripercorriamo la presentazione.

«La tecnologia è per tutti», ha affermato l'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, dando ufficialmente inizio all'evento dopo il video proiettato in cui una ragazza disabile riesce, grazie alla tecnologia Apple, a montare un film. «L'iPhone scatta foto incredibili. iOS è fenomenale», mette in evidenza Cook, riferendosi alle revisioni positive ricevute dall'iPhone 7 e dal nuovo sistema operativo.
 
TV. Apple ha quindi lanciato Tv, una nuova app che promette di cambiare «il modo in cui guardiamo la televisione», ha detto l'amministratore delegato del gruppo, Tim Cook. Tv permette di vedere tutti i programmi in una unica applicazione e attraverso tutti i device che possediamo.

Sulla Apple Tv sono ora disponibili 8 mila app «è possibile guardare i propri show tv e i film preferiti, lo sport live». Lo afferma Tim Cook, annunciando l'arrivo del popolare Minecraft sulla piattaforma, che va ad aggiungersi agli oltre 2.000 videogiochi già presenti. «Quando abbiamo lanciato l' Apple Tv, abbiamo lanciato una visione chiara: il futuro della Tv è nelle app» ha aggiunto Cook annunciando la nuova app Tv, che rivoluzionerà il modo in cui si guarda la tv sulla Apple TV ma anche su iPad e iPhone, con un unico modo di cercare e accedere ai programmi tv e una versione di Siri ulteriormente rafforzata che permette agli spettatori di sintonizzarsi direttamente ad eventi 'livè di news e sport. Sul palco è salito anche Ryan Troy, product manager di Twitter che ha mostrato una nuova app per vedere le partite di football Usa dell'NFL integrate in modo interattivo con il flusso del microblog in tempo reale.

Mac. Ma è finalmente l'ora di nuovi Mac. Tim Cook li annuncia dicendo che, come da tradizione Apple,
«Ridefiniremo il concetto di personal computer». «Il Mac è molto importante per noi. E questa settimana è una settimana importante nella storia del Mac, perchè cade il 25mo anniversario del primo laptop Apple, il Powerbook», spiega il ceo della Mela. Le immagini mostrano i nuovi MacBook Pro, che Cook definisce «il nuovo gold standard per i laptop» con un mini-display touch a barra sopra la tastiera, come già alcuni rumor avevano anticipato. Si tratta del MacBook Pro più sottile mai realizzato da Cupertino, come fa notare Phil Schiller, manager di Apple, con uno spessore di 14,9 millimetri nella versione da 13 pollici, e di 15.5 millimetri per quella da 15 pollici.

Il trackpad è due volte più ampio, la tastiera, di seconda generazione, è ancora più sensibile. Ma la vera novità è la "Touch Bar", un piccolo display Retina a forma di barra che sostituisce i tasti funzione sopra alla tastiera, dotata anche di tecnologia TouchId, per il riconoscimento delle impronte digitali (come quello degli iPhone). «Si tratta di un requiem ai tasti funzione», ha detto Schiller. La Touch Bar comprende una serie di funzioni personalizzabili: si può ad esempio modificare il livello del volume, rispondere a una mail, o ancora cambiare i colori o il carattere di un testo che si sta scrivendo, inviare emoticon, gestire e accedere ai siti preferiti. Tante poi le applicazioni pratiche per il montaggio video o audio, ad esempio con FinalCut, o per la grafica, ad esempio con PhotoShop. Si tratta in pratica di un sistema per fondere l'esperienza d'uso di un pc con quella di un tablet senza utilizzare uno schermo touch.

I nuovi Pro sono completamente in alluminio di colore grigio scuro in due versioni da 13 e da 15 pollici. Inoltre sono più sottili del 14%, occupano il 20% di volume in meno e pesano rispettivamente un chilo e mezzo e due chili, molto meno della vecchia linea. Il display, spiegano dal palco, è del 67% più brillante, ha un contrasto del 67% maggiore e ha il 25% di colori in più. Il MacBook Pro è «più veloce» afferma Schiller, sottolineando che il laptop monta il chip I7 di Intel e ha 3 porte Thunderbolt. La batteria, dice Apple, dura 10 ore. Touchbar è supportata dall'intero pacchetto Microsoft Office e da Skype.

Prezzi e disponibilità.
Il MacBook Pro 13” parte da 1.749 euro (senza Touch Bar), monta un processore dual-core Intel Core i5 a 2.0 GHz con velocità Turbo Boost fino a 3.1 GHz, 8GB di memoria e 256GB di storage flash, ed è disponibile a partire da oggi. Il MacBook Pro 13” con Touch Bar e sensore Touch ID parte invece da 2.099 euro, e monta un processore dual-core Intel Core i5 a 2.9 GHz con velocità Turbo Boost fino a 3.3 GHz, 8GB di memoria e 256GB di storage flash, e arriva in due o tre settimane. Infine, il MacBook Pro 15” parte da 2.799 euro, è dotato di Touch Bar e sensore Touch ID, di un processore quad-core Intel Core i7 a 2.6 GHz con velocità Turbo Boost fino a 3.5 GHz, 16GB di memoria e 256GB di storage flash, e arriva in due o tre settimane.
Giovedì 27 Ottobre 2016, 19:28 - Ultimo aggiornamento: 01-11-2016 19:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP