Alla scoperta dell’iPhone 7:
«Resistenza all’acqua e cuffia wireless»

A una settimana dal lancio dell’iPhone 7, previsto per il 7 settembre, cresce l’attesa per scoprire le caratteristiche tecniche del nuovo melafonino ed in rete si moltiplicano rumors e indiscrezioni. TrenDevice – azienda campana specializzata nel ritiro e nel ricondizionamento di device Apple – ha promosso un sondaggio nel mese di agosto che rivela le aspettative dei consumatori italiani e le scelte di appassionati e addetti ai lavori.

Il dato che emerge, su un campione di 300 adulti (media di età da 36 a 45 anni), conferma l’estrema fidelizzazione nei confronti della casa di Cupertino: il 56% degli intervistati dichiara di voler acquistare un iPhone 7, mentre gli indecisi rappresentano il 32%; il 33% del campione è intenzionato ad acquistare il device appena disponibile in Italia (il 31% entro marzo 2017; il 15% appena disponibile sul mercato dell’usato; il 18% entro il 2016; il 4% subito dopo il lancio, direttamente dall’estero).

Interessanti le motivazioni alla base della promessa di acquisto, che svelano le aspettative dei consumatori italiani sulle novità da introdurre per migliorare l’ultima versione e confermano le probabili scelte di Apple: maggiore velocità (60%), fotocamera migliore (60%), resistenza all’acqua (53%), capacità da 256 GB (42%), ricarica wireless (40%), cuffia wireless (32%). E non solo. Il 36% si dichiara pronto all’acquisto del nuovo iPhone 7, a prescindere dalle nuove feature tecniche e solo «per restare alla moda».

Tutto lascia pensare, dunque, all’ennesimo successo di Apple ma restano diversi dubbi. «Per Apple – spiega Antonio Capaldo, Ceo di TrenDevice – è uno dei lanci più difficili per la sua serie di successo, dopo anni di cavalcate trionfali. Può sembrare paradossale, ma tutto parte dall’enorme successo dell’iPhone 6 e del suo gemello iPhone 6 Plus. Il lancio di questi telefoni, i primi con schermo più grande prodotti da Apple dopo le fortunate serie 5 e 5S, ha spinto una percentuale di clienti Apple superiore alla media ad aggiornare il proprio telefono per godere delle dimensioni più generose dello schermo e, contemporaneamente, la disponibilità di schermi più grandi ha portato un aumento anche del numero di clienti passati dai cellulari Android a quelli Apple. L’iPhone 7 attirerà su di sé molte attenzioni e critiche, ma avrà anche l’indiscutibile vantaggio di poter contare sul fattore novità che viene sempre associato ai rilasci con i numeri incrementali».


Il profilo del consumatore tipo che ha partecipato al sondaggio: uomo (90%); età media 39 anni; impiegato (28%); possiede attualmente un iPhone 5/5s/5c/SE (37%) oppure un iPhone 6s/6s Plus (30%); utilizza il proprio iPhone o iPad per lavoro (70%) e tempo libero (90%); ha scaricato nell’ultimo anno da 5 a 10 App a pagamento (42%); ha effettuato più di 3 acquisti elettronici online (45%), prendendo prima informazioni attraverso siti web di marca (35%) e poi blogger (31%); nonostante la crisi, non ha modificato le proprie abitudini di acquisto (22%), ma ora confronta i prezzi sul device (54%).
 
Giovedì 1 Settembre 2016, 21:13 - Ultimo aggiornamento: 01-09-2016 21:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP