Napoli, amarcord per la trasmissione «Juke box»: «Pensiamo a una puntata tributo»

È stato il programma cult dedicato alla musica napoletana dell'inizio del 21° secolo, Juke Box ha visto la nascita di numerosi artisti come Rosario Miraggio, Alessio, Raffaello e tanti altri, segnandogli talvolta in modo positivo il destino artistico e non solo; ma il programma ha visto anche numerose conferme come quelle di Natale Galletta, Fabrizio Ferri ed altri big della musica napoletana. Un decennio longevo quello condotto da Luigi Concilio e da Ida Piccolo, che hanno rivoluzionato il modo di condurre trasmissioni televisive del genere, legando centinaia di migliaia di telespettatori ogni giorno. Oggi Concilio e Piccolo sono cresciuti, il primo è direttore della rivista discoteche.it, la seconda è diventata un'affermata speaker radiofonica ma, dopo un incontro fortuito grazie ad una persona cara ad entrambi, Marika, stanno pensando di ritornare insieme almeno per una volta, in una maxi puntata tributo a Juke Box.

«Stiamo pensando seriamente di fare una puntata tributo a Juke Box - dichiarano Concilio e Piccolo - una sorta di "come eravamo e come siamo", un modo per tributare una delle epoche più belle della musica napoletana, un'epoca in cui eravamo due ragazzini, ma conducevamo il programma più seguito della musica napoletana». Sembrano fare sul serio insomma i due conduttori storici di Juke Box, e se fosse così una cosa è certa, che in questa puntata oltre a vedere i più grandi artisti della musica napoletana, ne vedremo delle belle.


Mercoledì 6 Giugno 2018, 15:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP