Fabrizio Frizzi, valanga d'affetto sui social: ecco l'eredità per Carlotta e Stella

Fabrizio Frizzi, non si esaurisce l'affetto dei fan. Sulle pagine dei social network che fanno riferimento a lui arrivano ancora una valanga di messaggi e foto. È la vera eredità per Carlotta Mantovan e la figlia Stella a quasi due mesi dalla morte. Le pagine del celebre presentatore Rai continuano a brulicare di messaggi. Ecco cosa è successo dopo la morte di Fabrizio di così particolare da conservarne intatta la memoria.
IlMessaggero.it
LEGGI ANCHE ----> L'atroce confidenza prima di morire
 
 

LEGGI ANCHE ----> Frizzi via dalla Rai, il retroscena

L'instant book. A meno di due mesi dalla morte di Fabrizio Frizzi arriva in libreria, sabato 12 maggio per Sperling & Kupfer, "Fabrizio Frizzi meraviglioso" (euro 16,90) del giornalista Alberto Infelise, disponibile anche in ebook. È un omaggio alla passione per la vita e alla contagiosa allegria di Frizzi, scomparso il 26 marzo. L'instant book sarà presentato il 13 maggio al Salone del Libro di Torino dall'autore con Alessandra Comazzi allo stand de La Stampa. «La vita è meravigliosa. Sono felice di quello che ho vissuto. Di cose brutte o sbagliate ne ho avute, come tutti. l'importante è andare avanti, facendo tesoro degli errori e guardare indietro solo per ciò che ti dà gioia. Ecco, leggerezza è la parola d'ordine. Che ci posso fare? È il mio carattere: il sorriso esce fuori» diceva Fabrizio Frizzi come viene ricordato nel libro che sostiene AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. In 180 pagine il libro di Infelise, che guida le redazioni di Cultura, Società e Spettacoli de La Stampa, racconta un uomo sorridente e combattivo, che ha attraversato quasi quarant'anni della storia della tv e del nostro Paese, con l'aiuto dei ricordi e delle testimonianze di amici, collaboratori, colleghi e persone che lo hanno conosciuto e amato. Ma ripercorre anche la vita di Frizzi attraverso le sue parole e l'eredità dei sentimenti che ci ha lasciato. 'Meravigliosò era una delle parole che Frizzi usava spesso e con sincerità per commentare i racconti di ospiti e concorrenti delle sue tantissime trasmissioni, o quando ascoltava gli amici e i collaboratori. La sua scomparsa ha generato un lutto collettivo di dimensioni e intensità inimmaginabili. Un mese e mezzo dopo l'ischemia era riuscito a tornare al lavoro, ma a telecamere spente stava vivendo la fatica di una malattia che gli lasciava poche possibilità di scampo.





 
Venerdì 11 Maggio 2018, 11:34 - Ultimo aggiornamento: 13-05-2018 12:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP