«Siamo selvaggi»: con la scimmia la corallina vince il contest di Body Painting

La vincitrice con la scimmia
di Francesca Mari

TORRE DEL GRECO. L’involuzione umana e la denuncia della «mano criminale» che ha devastato il Vesuvio in una performance di Body Painting. Premiata la torrese Veronica Bottiglieri al Contest di Firenze. 

Nei giorni scorsi si è tenuto il 2° Contest di Face&BodyPainting della città di Firenze, organizzato da Laura Colangelo e svoltosi nel corso del Florenze Tatoo Convention presso la Fortezza da Basso. Doppia premiazione per Veronica Bottigliero in Arte Weronique Art esibitasi con il modello  Mauro Pezzini. 

L’artista si è aggiudicata il secondo posto nella categoria Body Painting e il premio «Miglior Perfornance» per la regia del concept dal titolo «La scimmia selvaggia del 2070- Involuzione Umana».  «L’artista è riuscita ad interpretare e a trasmettere il forte messaggio  realizzato -  hanno detto gli esperti- e raccontato attraverso il colore sulla pelle e l 'utilizzo brechtiano di cartelli che riportavano frasi di forte denuncia ricevendo così, ottimo consensi dal pubblico e dalla giuria». 

«La mia è stata denuncia contro tutti quegli "Uomini Bestia" che pur di fare soldi - ha detto la Bottiglieri- mettono in ginocchio la propria specie obbligandola a nutrirsi di cibo tossico. Impossibile non pensare  a tutti gli incendi dolosi che ogni estate distruggono le nostre terre. I miei occhi e il mio cuore non potranno mai dimenticare il rosso di quelle fiamme che hanno avvolto tutta l'estate il Vesuvio e L' Italia intera. Ci hanno fatto respirare veleno e con la “monnezza” bruciata non oso immaginare cosa coltiveranno. Umanità che fine hai fatto? Selvaggi, questo siamo!  Dedico quest'opera agli ultimi Esseri Umani rimasti che come me si sono sentiti feriti dentro». L'evento è stato appoggiato dal Campionato Italiano dei corpi dipinti "Italian Body painting Festival».
Martedì 7 Novembre 2017, 18:45 - Ultimo aggiornamento: 07-11-2017 18:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP