Eduardo hard, scandalo a teatro: Salieri porta in scena attori e pornostar

Valentina Nappi ne
di Rossella Grasso

  • 316
Storico produttore e regista di cinema hard, Mario Salieri torna a Napoli, dove è nato e cresciuto, con una nuova provocazione: portare in teatro «Il cilindro» liberamente ispirato all’omonima commedia di Eduardo. Il sipario si alzerà l’8 e il 9 maggio al teatro Totò. Salieri, nome d’arte scelto perché «Era l’antagonista di Mozart come io lo sono del cinema-cinema, da sempre la mia aspirazione irraggiungibile», classe ’57, ha alle spalle oltre 200 film e una produzione di «scene tematiche» da velocista. Nei suoi 35 anni di film a luci rosse di polemiche ne ha provocate tante, compresa un’interrogazione parlamentare in Senato per «La ciociara», remake erotico del film di De Sica. Adesso mira al teatro con «Il cilindro», spin off di un progetto nato a marzo come fiction in sei puntate interamente girate a Nola.

Da regista pornografico a regista teatrale?
«Sono sempre stato trasgressivo, cerco di portare sotto i riflettori un genere sottovalutato: anche nel mio settore esistono delle autorialità. In questo caso, affascinato dai toni pirandelliani di Eduardo, mi sono divertito a realizzare la mia versione rivista e scorretta, influenzata da note erotiche, di una commedia di De Filippo poco conosciuta, del 1965, quella in cui una finta prostituta attrae i potenziale clienti che poi si trovano nel letto... un morto».

Lo spettacolo è vietato ai minori di 18 anni. Che cosa ci dobbiamo aspettare?
«Un misto tra prosa, avanspettacolo e drammaturgia con dei contenuti che faranno discutere. Quando parlo di avanspettacolo mi riferisco a quello degli anni ’70, con le spogliarelliste».

In scena attori di prosa e pornostar.
«Ho formato la compagnia Sirena Partenope di cui fanno parte anche attori dal passato teatrale serio, come Ciro Ruoppo che ha lavorato nella compagnia di Carlo Giuffrè e Peppino De Filippo. Poi c’è Ciro Grano, Max Menico, Regina Sanseverino, affiancati dagli attori della nostra industria a luci rosse come Valentina Nappi, Rossella Visconti, Monique Covet e Costy Saddy».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 18 Aprile 2018, 09:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP