Ballerini denunciano molestie: bufera all'Opera di Parigi

Stephane Lissner, direttore dell'Opera di Parigi e Aurelie Dupont, direttrice del corpo di ballo
Un sondaggio interno molto preoccupante - con denunce di maltrattamenti, molestie e clima pesantissimo - finisce sui giornali e il corpo di ballo dell’Opera di Parigi nella bufera. Sul banco degli imputati la direttrice, Aurelie Dupont, che due anni fa prese il posto di Benjamin Millepied. Il sondaggio è stato realizzato dalla commissione interna dei ballerini, hanno risposto un centinaio su 154. L’89,8% lamenta un «management non di buona qualità», il 76,8% afferma di essere stato vittima di molestie morali o aver visto un collega subirle, il 25,9% denuncia molestie sessuali. 

In un’intervista, il direttore dell’Opera, Stephane Lissner, ha affermato di aver «totale fiducia in Aurelie Dupont» esprimendo tutto il suo «stupore» per la diffusione ad alcuni organi di stampa di questo documento interno. Protestano anche i ballerini, per i quali «la divulgazione del questionario è avvenuta senza il consenso degli interessati, che non potevano sapere che il documento sarebbe stato utilizzato a fini contrari ai loro interessi». 

Al di là delle lamentele dei danzatori nei confronti della Dupont, definita da una di loro «priva di qualsiasi competenza in management», sono le denunce di molestie sessuali ad attirare l’attenzione dell’opinione pubblica. Lissner, nominato nel 2015 al vertice dell’Opera di Parigi, ha detto di aver chiamato i ballerini interessati per un colloquio con la direzione: «Se ci sono davvero persone che hanno subito molestie sessuali qui da noi - ha detto - per me è gravissimo. Ho avuto tre casi finora, e tutti e tre si sono conclusi con un licenziamento. Per me non ci sono discussioni, è tolleranza zero», a patto «che la persona che ha subìto parli».

Sull’onda dello scandalo Weinstein, anche il mondo della danza finì travolto dalle polemiche dopo le dimissioni del direttore del New York City Ballet, Peter Martins, in seguito ad accuse di molestie sessuali e abusi nei confronti di danzatori. Martins fu però subito dopo scagionato. 
Mercoledì 18 Aprile 2018, 18:42 - Ultimo aggiornamento: 19 Aprile, 15:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP