Sanremo: Ermal Meta è la sorpresa dei bookmaker, ma la Mannoia è imbattibile

Ermal Meta
di Ida Di Grazia

Piccoli aggiustamenti e qualche robusta oscillazione nelle quote dei bookmake dopo la terza serata del Festival di Sanremo, dedicata alle cover.
Per i quotisti Snai rimane largamente favorita Fiorella Mannoia, a 1,70, che peraltro raccoglie gran parte delle giocate, il 41%. Alle sue spalle accorcia leggermente Sergio Sylvestre, che passa da 6,00 a 5,50 e piace al 9% degli scommettitori. Continua l’ascesa in lavagna di Francesco Gabbani, che ha trascinato l’Ariston con la sua “Occidentali’s Karma” e che dal 15 della vigilia è passato al 9,00 attuale. Gabbani piace ma il suo pezzo poco sanremese non induce alla scommessa, tanto che su di lui si orienta solo il 2% dei giocatori. Si punta decisamente di più (9%) su Fabrizio Moro, in elenco a 9,00. 
Meta come gli Stadio? - Tagliata di ben cinque punti la quota di Ermal Meta, che passa in un giorno da 15 a 10, dopo la toccante interpretazione di “Amara terra mia”, che gli è valsa la vittoria nelle cover. Probabilmente i quotisti considerano corsi e ricorsi: l’anno scorso gli Stadio vinsero le cover e poi bissarono con il successo nella serata finale, imponendo la loro “Un giorno mi dirai”. Su Meta si orienta il 6% delle giocate. 
Sempre più lontani dalla vetta Al Bano (6% delle scommesse) e Gigi D’Alessio (3%), che remano nel gruppone a 25. Particolari i casi di Marco Masini e Paola Turci, sprofondati nelle quote malgrado il buon esito delle loro cover: Masini, terzo arrivato con “Signor tenente”, è passato da 13 a 33. La Turci, seconda con “Un’emozione da poco”, è crollata da 25 a 50. 
Venerdì 10 Febbraio 2017, 20:02 - Ultimo aggiornamento: 10-02-2017 21:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP