Sanremo, Crozza ironizza sull'Italicum

I rumors sulle presunte trattative di Carlo Conti con Mediaset - smentite dal conduttore - sono tra gli spunti dell'intervento comico di Maurizio Crozza stasera a Sanremo. «Carlo e Maria, Maria e Carlo, ormai siete inseparabili: dove va l'uno va l'altra, Maria per amore di Carlo è venuta in Rai, Carlo per amore di Maria... va beh, per ora c'è una trattativa...», ironizza il comico. La videocopertina, che si era aperta con l'attore genovese nei panni del presidente Ipsos Pagnoncelli, si chiude con un riferimento ancora ai conduttori: «Dai Maria, stringi i denti, domani è finita, torni a casa... Peccato, state talmente bene insieme sulla Rai che guardandovi viene voglia di pagare il canone, a Mediaset però».

«Stasera c'è il vincitore dei Giovani, domani quello dei Big: il sistema di votazione qui al festival di Sanremo funziona alla grande. Perché non lo usiamo anche per il parlamento? Il Sanremellum: cinque giorni di campagna elettorale e via». Maurizio Crozza, nella videocopertina al Festival, ironizza sull'Italicum, bocciato definitivamente dalla Consulta. «Hanno salvato solo il font: il Times New Roman. Una cosa doveva fare Renzi. Cosa è rimasto del suo Governo: il senato è rimasto uguale, il jobs act non funziona, le province sono là. In tre anni impari a suonare l'ukulele. Che cazzo te ne fai, direte? E perché di Renzi che cazzo te ne fai?». E poi conclude: «Carlo hai fatto più tu in tre anni di festival: hai riciclato Arisa, hai sdoganato Gabriel Garko e ora stai cercando di rendere più umana Maria De Filippi».
Venerdì 10 Febbraio 2017, 22:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP