Sfera Ebbasta e i Rolex al concertone: «Sono un povero arricchito». Twitter diviso tra insulti e complimenti

Sfera Ebbasta e i Rolex al concertone: «Sono un povero arricchito». Twitter si divide, tra insulti ed elogi
di Domenico Zurlo

Non bastava il dito medio, lo sfoggio di ricchezza su Twitter, i due Rolex, l’outfit Gucci. Non si placa la polemica contro Sfera Ebbasta, il trapper italiano di Cupido e Rockstar - uno da oltre 2 milioni di followers su Spotify, per intenderci - che ospite del concertone del 1° maggio a Roma, sul palco di piazza San Giovanni si è esibito, oltre che nelle sue canzoni, in una serie di scivoloni, continuando poi anche sui social.

Dopo l’esibizione, in cui ha avuto la brillante idea di tirare fuori un dito medio al pubblico, il giovane artista ha scritto su Twitter di essere salito sul palco con due Rolex, in sfregio non solo alla povertà diffusa nel nostro Paese (guadagna bene, nessuno gli vieta di ostentare la sua ricchezza, vera o presunta), ma al significato storico e sociale del Concertone, che non a caso si tiene il 1° maggio e non a caso è sempre stato (una volta almeno) un evento simbolico per i lavoratori, anche e soprattutto quelli più umili.
Sfera ebbasta si è semplicemente infischiato di ogni polemica, continuando la sua ‘battaglia’ su Twitter. «La vera domanda è: quanti di quelli che mi criticano si comporterebbero diversamente da come faccio io?», ha chiesto. «Ho 25 anni, sono felice, cerco di rendere felice chiunque mi stia attorno.. Se basta un outfit Gucci in diretta Tv per rovinarvi la serata vuol dire che avete un problema molto più grosso da risolvere», ha continuato.
Ma non solo: a mettere una pezza, un altro tweet in cui ricorda il suo passato umile. «Nessuno mi ha mai regalato niente e sono orgoglioso di essere un povero arricchito, mi sono sudato tutto quello che ho e ancora Mi ricordo quando a casa avevamo 150€ per fare la spesa di tutto il mese e mangiavamo o pasta o latte ogni sera». «Ora le cose sono cambiate e 2 Rolex al polso per me rappresentano solo un trofeo. Mi ricordano da dove sono venuto e fino a dove sono arrivato», conclude.
Chi ha ragione? I suoi followers, come spesso accade, si dividono tra chi lo difende e chi lo attacca duramente. «I Rolex non migliorano il tuo status di persona di m...», gli risponde un utente senza mezzi termini. «Ma sai almeno su che palco hai cantato e per quale occasione?», gli chiede un altro. 
«Tutti gli stanno facendo la morale, però LUI sta rimanendo calmo e sta rispondendo a tono, ma con rispetto, mentre la maggior parte di quelli che commentano usano insulti gratuiti. Ma per favore. Il problema della nostra nazione non è certamente Sfera Ebbasta», lo difende una ragazza. «La gente critica sempre e senza sapere nulla. Sono sicurissima che la maggior parte di quelli che criticano farebbero la stessa cosa che fai tu», insiste un'altra. Chissà che la prossima volta non possa pensarci su più a lungo, non Sfera Ebbasta, ma chi ha scelto di invitarlo su quel palco.
Giovedì 3 Maggio 2018, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 03-05-2018 14:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP