Ravello Fest, torna la grande magia del Concerto all’Alba

Al Ravello Festival, come da tradizione, ritorna l’attesa musica all’alba. Ritorna accompagnando il passaggio dalla notte al giorno. Sul Belvedere di Villa Rufolo, venerdì 11 agosto alle 4.45, lo spettacolo naturale di luci riproporrà nuove, sensazionali emozioni con la musica che, nascendo dal silenzio delle tenebre, scandirà l’irrompere dei primi bagliori del giorno. Le note si fonderanno alle suggestioni di un appuntamento inimitabile - anche se sempre più imitato - che incanta centinaia di persone che, anche quest’anno, hanno fatto a gara per acquistare i 700 biglietti disponibili. Il concerto, anche questa una consolidata tradizione, è sold out da settimane e in tantissimi sperano in qualche defezione last minute per poter assistere a questo evento, divenuto un vero e proprio must dell’estate in Costiera Amalfitana. 

Quest’anno a salire sul palco della Città della Musica sarà, per la prima volta, il maestro Oleg Caetani che dirigerà l’Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi. Caetani per Ravello ha scelto tre pagine molto note della letteratura sinfonica del XIX secolo dopo l’immancabile omaggio a Richard Wagner, nume tutelare del Festival, con uno dei brani sinfonici più famosi tratti dall’Anello del Nibelungo (per la precisione dal prologo e dal primo atto – scena sesta – del Crepuscolo degli Dei), l’Alba e il viaggio di Sigfrido sul Reno, sarà eseguita l’Ouverture del Guillame Tell, l’ultimo e più grande capolavoro di Rossini. A chiudere, aspettando il sorgere del sole, la Sinfonia n. 5 in do minore Op.67di Beethoven. 
Martedì 8 Agosto 2017, 22:07 - Ultimo aggiornamento: 08-08-2017 22:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP