Napoli, Pino Daniele è adesso con Baglioni & friends

di Federico Vacalebre

  • 1897
Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Mario Biondi, Francesco De Gregori, Elisa, Emma, Giorgia, Jovanotti, Fiorella Mannoia, Gianna Nannini, Eros Ramazzotti e Giuliano Sangiorgi dei Negramaro: madamina il catalogo pinodanieliano - per ora e rigorosamente in ordine alfabetico- è questo. Attesa da settimane, è arrivata ieri la notizia, anzi la conferma, del cast su cui sarà costruito «Pino è», il concerto grosso danieliano in programma il 7 giugno al San Paolo. Tutti artisti con cui il Nero a Metà ha diviso concerti e/o session in studio, qualcuno come Rama & Jova persino recidivo nel tornare proprio nello stadio di quello storico tour a tre del 1994: appena due anni fa Lorenzo invitò Eros al suo show napoletano per un commosso omaggio dell'amico scomparso.

In quell'occasione spuntò sul palco anche James Senese, e mentre in rete qualcuno inizia a protestare per la scarsa veracità del tributo, è bene chiarire subito che si tratta solo del primo nucleo di artisti invitati: il sassofonista di Napoli Centrale è già stato messo sul chi va là dalla Friends and Partners di Ferdinando Salzano che organizza lo show e dal cui rooster arriva la quasi totalità dei protagonisti ingaggiati per l'occasione. Con James, che quest'anno celebra i suoi primi 50 anni di carriera, pronti anche Tullio De Piscopo e Tony Esposito, anche loro protagonisti del supergruppo del neapolitan power. Rivederli insieme su quel prato verde sarà un colpo al cuore per i fans puri e duri, che all'omaggio a Pino Daniele aggiungeranno il saluto a Rino Zurzolo e il tifo per Joe Amoruso, il tastierista di quella mitica neapolitan all star band, che dopo quasi tre mesi in ospedale è passato da uno stato di coma ad uno di semicoma, dando segni di coscienza insperati anche per i medici. 

Della partita dovrebbe essere anche Enzo Avitabile, ma anche un'intera orchestra e alcuni degli artisti internazionali con cui il Lazzaro Felice ha collaborato: il catalogo, questa volta dei sogni, punta alto, anzi altissimo, visto che inizia con il nome di Eric Clapton per continuare con quelli di Wayne Shorter, Pat Metheny e Chick Corea.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 27 Febbraio 2018, 10:24 - Ultimo aggiornamento: 27-02-2018 11:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP