«I Kafka sui pattini»: dal Vesuvio la band dalle sonorità brit e new wave

di Giuliana Covella

Il più giovane dei cinque ha solo 19 anni. Sono nati e cresciuti in uno dei Comuni vesuviani più famosi al mondo, Pompei. Ma si sentono napoletani doc, anche se - pur non rinnegando assolutamente le loro radici - hanno deciso di scrollarsi di dosso il marchio della napoletanità, a partire dalla lingua scelta per le loro canzoni. Sono i Kafka sui pattini, band campana che torna con “Fight at the Wedding”, con cui si conferma tra le novità più interessanti della nuova scena musicale. Le sonorità d'Oltremanica sono tra i punti di forza del gruppo, che nei giorni scorsi ha pubblicato sul canale YouTube di Studio8 il nuovo video.



La band che si sta rapidamente ritagliando spazio nel panorama indie nazionale è pronta a presentare il disco d'esordio, la cui uscita è prevista per l'inizio del prossimo anno. Riferimenti punk e new-wave fanno di “Fight at the wedding” un brano incisivo e di spessore, che conquista al primo ascolto. I cinque ragazzi campani si riconfermano dopo la pubblicazione del singolo “Start a brawl” una formazione che, per il mood espresso nei testi si avvicina all'universo brit, cercando di imporsi con un prodotto alternativo e di qualità e che allo stesso tempo risulta recepibile a un ampio range di ascoltatori sia in Italia che all'estero. “Fight at the wedding” è stato prodotto da Diego Leanza per Studio8; con la stessa label sarà pubblicato il disco d'esordio dei Kafka sui pattini.
Venerdì 15 Dicembre 2017, 20:16 - Ultimo aggiornamento: 15-12-2017 20:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP