Terremoto, i piccoli sopravvissuti
nella giuria del Festival di Giffoni

«Abbiamo fatto a suo tempo la nostra parte per l'Abruzzo ed oggi siamo chiamati a una nuova mobilitazione e responsabilità». A dirlo, all'indomani del terremoto che ha devastato una serie di centri tra Lazio, Umbria e Marche, il direttore del Giffoni Experience Claudio Gubitosi che ha voluto testimoniare la propria vicinanza a queste popolazioni martoriate, memore del dolore e della tragedia che causò il terremoto del 1980, in Irpinia e Basilicata.

«In questo momento la cosa più importante è salvare, se possibile, altre vite umane. La nota e generosa mobilitazione nazionale pubblica e privata è all'opera per assicurare le prime necessità. Il Governo è intervenuto prontamente. Ho saputo che la Regione Campania creerà un comitato di coordinamento al quale noi aderiremo. La nostra associazione Aura, nata e dedicata completamente al sociale, ha già convocato gli organi direttivi per decidere - in coordinamento con la Regione Campania - interventi da adottare, e il contributo da donare. Sicuramente - rimarca Gubitosi - ospiteremo una delegazioni di ragazzi provenienti da quelle terre devastate nelle giurie del prossimo Gff2017. Un primo gesto concreto di solidarietà e di partecipazione. Un atto di amore e di responsabilità di Giffoni per la ripresa prima di tutto psicologica di questi nostri ragazzi».
Giovedì 25 Agosto 2016, 16:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP