Giffoni, Rocco Papaleo presenta «Moschettieri del re»

ARTICOLI CORRELATI
di Alessandro Mazzaro

Si chiama “Moschettieri del Re“, il nuovo film di Giovanni Veronesi in uscita il prossimo  27 dicembre. A presentarlo, nel corso della settima giornata del Giffoni Film Festival 2018, Rocco Papaleo e volto di Athos. L'attore ha presentato il film accompagnando alla visione di qualche breve frame anche dettagli di lavorazione e piccoli aneddoti del set. «La scelta del cast non poteva essere più pertinente e ben riuscita - ha premesso il comico - Pierfrancesco Favino interpreta un iconico D’Artagnan, Mastandrea ben veste i panni di Porthos, Aramis ha tutte le prerogative della fisionomia di Rubini. A me, invece, è spettato il gravoso compito di un effervescente Athos. Tutti e quattro, ognuno con la propria personale interpretazione, rendiamo possibile l’attuazione di uno stravolgimento grottesco della consueta trama dei moschettieri».
 

Nel solco della tradizione della commedia di genere all’italiana, Veronesi ha difatti scelto di reinterpretare le vicende dei quattro eroi nati dalla penna di Alexandre Dumas: «I nostri personaggi sono ben lontani dagli stereotipi della tradizione cavalleresca. Siamo quattro figure particolari: un allevatore di bestiame con oggettive difficoltà di comunicazione, un castellano, un uomo di chiesa con diversi debiti e un locandiere che ha il vizio dell’alcool. Nonostante le nostre dissonanti prerogative, per amore della comune patria, decideremo di riprendere ad essere spadaccini in seguito al richiamo compiuto dalla regina per salvare la Francia dalle cospirazioni del perfido cardinale Mazzarino e della sua assistente. In quattro, nonostante il tempo ci abbia reso cinici e per molti aspetti disillusi, ci impegneremo a difendere i perseguitati Ugonotti e il giovane Luigi XIV». 

Una missione eroica d’altri tempi, per la quale il regista ha scelto le suggestive location offerte dalla regione Basilicata: «Il film, distribuito da Vision Distribution, è stato sostenuto dalla Lucana Film Commission e dalla Regione Basilicata, e ha sfruttato tutta la bellezza di luoghi incantati come Matera, Grottole, Pietrapertosa, il Volture. Una scelta funzionale alla forza della pellicola, così come funzionale è stato scegliere di presentarlo a partire dal Giffoni Film Festival. Voi giffoners siete gli unici portatori di energia sana».
Giovedì 26 Luglio 2018, 21:39 - Ultimo aggiornamento: 26-07-2018 21:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP