Orlando Bloom: «Io nei panni di un abusato da bambino»

Orlando Bloom sul red carpet a Roma
 A 40 anni Orlando Bloom, dimostra di non avere paura di affrontare sfide rischiose. Ne è una prova il suo ultimo film, Romans dei fratelli Shammasian, programmato alla Festa del Cinema di Roma per “Alice nella città”, dove l'attore è anche protagonista con una masterclass. Nel dramma, Bloom si cala nei panni di Malky, giovane operaio duramente segnato dagli abusi subiti da piccolo da un sacerdote.

    «Sono stato subito colpito dalla scrittura di Geoff Thompson, che ha raccontato una storia personale, essendo stato vittima di abusi - spiega - Un ruolo così era un'enorme sfida. Sentivo la responsabilità di rendere omaggio al personaggio e a chi ha vissuto questo trauma». Cosa pensa invece della denuncia di molestie e violenze a Hollywood? «Ogni abuso di potere di una persona su un'altra è un atto orribile. Credo la società non sia più disposta ad accettarlo. Personalmente non ho mai avuto esperienze di questo tipo ma è importante ci sia una nuova generazione che fa sentire la propria voce»
Sabato 4 Novembre 2017, 18:52 - Ultimo aggiornamento: 05-11-2017 15:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP