L'idea da Capri Hollywood: «Un'app rivoluzionaria per distribuire i film»

di Diego Del Pozzo

In attesa dell'elenco completo dei film vincitori, che saranno proclamati oggi durante la serata conclusiva del festival, «Capri, Hollywood» 2017 anticipa il titolo del miglior film straniero, che è «Foxtrot», scritto e diretto dal regista israeliano Samuel Maoz. A dare l'annuncio è un'altra importante artista d'Israele, la cantante Noa, presidente della ventiduesima edizione della kermesse caprese ideata e diretta da Pascal Vicedomini. Già vincitore del Leone d'argento alla Mostra del cinema di Venezia e candidato israeliano nella corsa verso le nomination 2018 per i film stranieri, «Foxtrot» racconta la storia di una coppia benestante di Tel Aviv, sconvolta dalla notizia della morte del loro figlio soldato in un lontano posto di blocco. «Siamo lieti sottolinea proprio Noa di essere riusciti a presentare questo film al festival, perché è un lavoro importante che, da israeliana, sono particolarmente orgogliosa di condividere con la comunità del cinema italiano e internazionale».

Intanto, la platea del festival ha riservato applausi scroscianti anche a un altro film d'impegno civile, stavolta italiano, proiettato al cinema Paradiso di Anacapri alla presenza del regista Bruno Oliviero e del produttore Amedeo Letizia. Si tratta di «Nato a Casal di Principe», interpretato dai bravi Alessio Lapice, Donatella Finocchiaro, Massimiliano Gallo e Francesco Pellegrino, tratto dall'omonimo libro scritto dallo stesso Letizia assieme alla giornalista Paola Zanuttini sulla storia del misterioso rapimento e omicidio del fratello, Paolo Letizia, da parte dei camorristi del clan dei casalesi. Sparito all'improvviso nel 1989, il giovane fu ufficialmente dichiarato morto soltanto nel 2013, in seguito alle rivelazioni di alcuni pentiti, mentre nel 2015 vi furono le prime condanne per l'omicidio, col corpo che non è mai stato ritrovato. «D'accordo col distributore Merlino, abbiamo deciso di far uscire il film nei cinema italiani anticipa Amedeo Letizia il 21 marzo, in occasione della giornata delle vittime innocenti di mafia. In questo modo, vogliamo tenere viva l'attenzione del pubblico nei confronti di un tema forte che, purtroppo, ha colpito tante altre famiglie come accaduto anni fa alla mia».

Tra gli annunci di Capodanno a «Capri, Hollywood», c'è anche quello del produttore cinematografico Andrea Iervolino, che sceglie l'isola azzurra per lanciare il suo nuovo progetto. «Il 15 marzo rivela vareremo una nuova tecnologia di distribuzione di oltre 10mila film negli Stati Uniti, in Canada, Australia, Gran Bretagna e Italia. Si tratta di una app che collegherà su un'unica piattaforma di streaming video i principali social network, da Facebook e Instagram a Twitter e Youtube, all'insegna della forte interazione con gli utenti. Nel corso del 2018, la app sarà diffusa anche nel resto del mondo, poiché è un investimento importante che guarda verso il futuro». Intanto, con la sua Ambi Production, Iervolino ha in programma per la prima metà dell'anno due produzioni internazionali: «Trading Paint» con John Travolta e Toby Sebastian (presente nei giorni scorsi a Capri) e «Best Day of My Life» con Sarah Jessica Parker e Renée Zellweger. «Ma continueremo a produrre anche in Italia conclude dove a giugno gireremo una commedia con la regia della bravissima regista argentina Gabriela Tagliavini».

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 2 Gennaio 2018, 10:06 - Ultimo aggiornamento: 02-01-2018 10:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP